6000 FIRME IN TRE GIORNI CONTRO TRENITALIA: GLI AMICI DEI CANI SONO FURIOSI

6000 FIRME IN TRE GIORNI CONTRO TRENITALIA: GLI AMICI DEI CANI SONO FURIOSI COMUNICATO STAMPA 6000 firme in tre giorni contro Trenitalia: gli amici dei cani sono furiosi Sono già oltre 6000 le firme pervenute da tutta Italia per sottoscrivere la petizione lanciata dall' "Associazione Dogwelcome per i Diritti di tutti gli Animali e di chi conduce un Animale domestico" all'indirizzo web http://firmiamo.it/trenitaliadiscriminachiconduceuncane "I nostri soci e gli utenti del nostro portale sono su tutte le furie, ed ovviamente anche noi dell'Associazione: tanti di noi resteranno a piedi, senza alcuna alternativa.

25/set/2008 18.34.25 Associazione Dogwelcome Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COMUNICATO STAMPA

6000 firme in tre giorni contro Trenitalia: gli amici dei cani sono furiosi

Sono già oltre 6000 le firme pervenute da tutta Italia per sottoscrivere la petizione lanciata dall' “Associazione Dogwelcome per i Diritti di tutti gli Animali e di chi conduce un Animale domestico” all'indirizzo web http://firmiamo.it/trenitaliadiscriminachiconduceuncane

I nostri soci e gli utenti del nostro portale sono su tutte le furie, ed ovviamente anche noi dell'Associazione: tanti di noi resteranno a piedi, senza alcuna alternativa. La decisione di Trenitalia è assolutamente inaccettabile e discriminante” afferma la presidente, Annalaura Sagramora - “L'Amministrazione di Trenitalia non solo non ha tenuto conto della nostra mobilità, cosa di per sé gravissima, ma non ha nemmeno considerato il parere della Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani, evidentemente più competente di quello dei vertici di Trenitalia sull'argomento”.

La petizione online è corredata da commenti estremamente eloquenti, eccone alcuni esempi:

In passato ho viaggiato spesso in treno con il mio cane di 22 kg di peso. Poiché il mio cane è bianco, dovevo fargli il bagno appena giunto a destinazione perché all'arrivo era, nei migliori dei casi, GRIGIO !!!”

Viaggio in vagone letto con il mio cane e quando arrivo devo lavare il cane dalla polvere ed il sudicio che raccoglie, pulissero veramente i treni”


“Il degrado dei treni non è certo dovuto ai cani, che per lo più sono puliti ed educati, di sicuro molto più di molte persone che viaggiano in treno...!!!!”


 

Sono veramente disgustata e amareggiata per la decisione presa da Trenitalia. Spero proprio che si riesca a far cambiare questa ridicola e incivile decisione”


“Mi sembra una cosa veramente ingiusta vietare che i cani salgano sui treni dato che pulci e zecche non sono dovute di certo a loro, spesso molto più puliti di tante persone, ma a negligenze di Trenitalia”


E infine, da parte di chi non gode della presenza di un cane in famiglia:


“Non possiedo un cane, ma non trovo giusto impedire a chi ce l'ha, e vorrebbe viaggiare con lui, di salire sul treno. E' un provvedimento iniquo!”


Si evince molto chiaramente che tutti quanti rilevano una pessima pulizia delle carrozze, ritardi e altri malfunzionamenti del servizio, e tutti a gran voce chiedono di pensare a migliorare quest'ultimo, invece di usare i cani come capro espiatorio.

La protesta di Dogwelcome prosegue, e l'associazione ribadisce l'invito a recarsi nella stazione più vicina a casa propria, con il volantino di protesta scaricabile dal portale di Dogwelcome all'indirizzo http://www.dogwelcome.it/PETIZIONI/manifestino_trenitalia.pdf e farsi fotografare. Tutte le foto saranno pubblicate in un'apposita galleria, che verrà presentata a Trenitalia ed al Ministro dei Trasporti, per mostrare i nuclei familiari che rimarranno a piedi a causa di questo insensato provvedimento.

Associazione Dogwelcome per i diritti degli Animali e di chi conduce un Animale domestico
(info@dogwelcome.it) / 339 1344014)

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl