Comunicato Stampa Congiunto: Perche' vietare la tortura quando si puo' ''auspicare'' che altri la regolamentino? Ma con calma...

Il capogruppo del PD, davanti ad una pratica cosi' barbara "si costerna, si indigna, si impegna (?), poi getta la spugna" ma senza nemmeno dignita'.

19/set/2008 14.51.48 Raffaela Millonig - Animali Persi e Ritrovati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Modena, 19 settembre 2008 - Ieri pomeriggio in Consiglio Provinciale il buon senso e la civilta' hanno subito una nuova sconfitta. L'ordinanza di divieto di utilizzo di richiami vivi, (pratica vetusta ed eticamente inaccettabile che consiste nel catturare uccelli selvatici e costringerli in gabbiette poco piu' grandi di loro in cui dovranno rimanere per il resto della vita) pur con il consenso trasversale di tutte le fazioni politiche presenti, non ha passato il muro innalzato dall'unico gruppo contrario, sfortunatamente di maggioranza, il PD.

Il capogruppo del PD, davanti ad una pratica cosi' barbara ''si costerna, si indigna, si impegna (?), poi getta la spugna'' ma senza nemmeno dignita'. Per tentare di coprirsi le spalle egli ha infatti presentato una
proposta alternativa che si impegna ad ''auspicare'' che altri facciano qualcosa. Forse, un giorno, chissa'.

Imperiale - Capogruppo Rifondazione Comunista, Telleri - Capogruppo Verdi, Falzoni - Capogruppo AN, Severi - Capogruppo Forza Italia, Orlandi - Forza Italia, Tagliani - Capogruppo UDC: tutti hanno dichiarato il
loro sbigottimento davanti al comportamento della maggioranza che dopo aver trasformato in farsa la votazione precedente, ha presentato una proposta alternativa talmente inutile da rasentare la presa in giro.

Rimaniamo fortemente stupiti, inoltre, dall'ignoranza dimostrata dal Capogruppo del PD Malavasi sull'orribile pratica venatoria che cosi' tanto ha osteggiato, egli propone infatti un maggiore controllo, quando e' lo stesso INFS (l'istituto preposto al rilascio di pareri in ambito venatorio) - a dare parere negativo alle catture in Emilia Romagna, adducendo come una delle motivazioni proprio la mancanza di controlli. Malavasi propone infine di suggerire in alternativa l'utilizzo di richiami elettronici. Perche' no? Forse perche' sono vietati dalla legge nazionale.

Un ultimo tentativo di abolire questa forma di tortura, e' stato fatto in ultimo dal Consigliere Mazzi - Forza Italia, che ha presentato un emendamento alla proposta del Consigliere Malavasi. L'emendamento avrebbe
portato al divieto dell'utilizzo dei richiami vivi. Anche in questo caso il Capogruppo del PD si e' espresso in modo fortemente contrario.

Onestamente non riusciamo a capire per quale motivo tanta ostinazione contro questi animali. Non capiamo come si possa voler proporre di ''regolamentare'' una forma cosi' spregevole di sfruttamento della sofferenza.

Quando persino un consigliere, pur dichiaratosi cacciatore, la definisce una barbarie non riesce facile capire su quali presupposti si sia basato un cosi' forte ostruzionismo.

Sicuramente cio' a cui abbiamo assistito ieri pomeriggio dal Consiglio Provinciale e' stato uno spettacolo penoso e sara' a breve pubblicato on-line perche' i Cittadini possano sapere chi sono e come si comportano i loro rappresentanti.

Le Associazioni firmatarie:

Associazione Animali Esotici - info@aaeconigli.it
Animali Persi e Ritrovati - info@animalipersieritrovati.org
ENPA Modena - modena@enpa.org
LAC Modena - lacmodena@yahoo.it
LAV Modena - lavmo@comune.modena..it
WWF Modena - modena@wwf.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl