ALLARME PELLICCE: OCCHIO ALLE ETICHETTE TRUFFALDINE!

14/nov/2008 10.44.31 Raffaela Millonig - Animali Persi e Ritrovati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

APER DENUNCIA: ALLARME PELLICCE, OCCHIO ALLE ETICHETTE TRUFFALDINE!

 

Animali Persi e Ritrovati: aiutiamo coloro che si sono smarriti a ritrovare l'altra meta', umana o animale che sia!

 

Modena, 14 novembre 2008 *** L'Associazione Animali Persi e Ritrovati ha pubblicato sul suo blog http://animalipersieritrovati.blogspot.com/  una lettera allarmente pervenuta da una commerciante attiva nel settore dell'abbigliamento. Stando alle dichiarazioni rilasciate da questa fonte certa, a breve saranno disponibili capi con inserti di pelliccia che riportano in etichetta la seguente dicitura: "Si garantisce che il pelo proviene da allevamenti di animali non domestici secondo la convenzione di Washington".

 

La dicitura e' doppiamente fuorviante perche' in etichetta dovrebbe essere specificato esattamente il tipo di animale utilizzato per realizzare la pelliccia e perche' la convenzione internazionale di Washington disciplina proprio il commercio delle specie animali e vegatali in via di estinzione al fine di salvaguardarne la tutela. La dicitura dell'etichetta non fa altro che dichiarare con un astuto gioco di parole che e' stato fatto uso di animali selvatici che potrebbero essere invece protetti proprio dalla suddetta convenzione e la cui uccisione e' quindi severissimamente vietata.

 

Preme ricordare che la legge 189/2004 vieta in Italia, oltre che l'uso di manufatti realizzati con le spoglie di animali selvatici protetti dalla suddetta convenzione internazionale, l'uso di pellicce di cane e gatto. Eventuali acquirenti commettono inoltre, secondo l'articolo 712 del codice penale, un reato per incauto acquisto.

 

Cosa fare in caso di dubbio: scattare una foto (anche mediante videofonino) al capo, all'etichetta, alla vetrina del negozio e presentare poi una denuncia scritta al Corpo Forestale dello Stato (numero tel. di emergenza: 1515). Non e' necessario acquistare il capo! Bastano foto e denuncia per mettere le Forze dell'Ordine in condizione di intervenire.. In alternativa la denuncia puo' essere presentata a qualsiasi comando delle Forze dell'Ordine.

 

L'Associazione coglie l'occasione per ringraziare la Dott..ssa Esposito del NIRDA (Nucleo Investigativo per i Reati in Danno agli Animali) per l'aiuto e la consulenza prestati per il rilascio del presente Comunicato Stampa.

 

 

Il Team di Animali Persi e Ritrovati

www.animalipersieritrovati.org

www.aper.info

http://animalipersieritrovati.blogspot.com

 

Animali Persi e Ritrovati

Rua Pioppa, 44

41100 Modena

Tel.: +39.059.243365 Fax: +39.059.4394714 Cell.: +39.347.4837262

CF: 94113780368 SOGGETTO AMMESSO ALLA DESTINAZIONE 5X1000

Animali Persi e Ritrovati c/o Banca Sella IBAN: IT85G0326812900052845960680

Animali Persi e Ritrovati c/o Poste Italiane IBAN: IT37B0760112900000074197054

 

Animali Persi e Ritrovati e' una associazione no-profit, iscritta al registro delle Associazioni di Promozione Sociale della Provincia di Modena. I Soci Fondatori dell'Associazione rappresentano una comunita' nata dall'unione di culture, lingue e fedi diverse. La forza e la ricchezza dell'anima sono di coloro che, professando il bene, sanno cogliere ed accettare le diversita' positive, lavorando insieme per un mondo migliore

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl