Eternit nell'ex canile di Marola

17/nov/2008 18.06.27 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da storico, e per certi versi eroico, canile cittadino a deposito a cielo aperto di amianto. Dismesso definitivamente un anno fa, il ricovero per cani e gatti di Marola mostra oggi tutti i segni del tempo e dell\`abbandono, ma soprattutto si va trasformando in un sito a rischio a causa dell\`eternit che ricopre le casette. Materiale pericoloso non tanto di per sé quanto una volta che comincia a sbriciolarsi e a essere rilasciato nel territorio circostante. Proprio quello che comincia ad accadere stando alle foto inviate da un nostro lettore, l\`ing.Antonio Miglionico. «E dal momento che nell\`area - sottolinea l\`attento professionista - vi è anche un piccolo accampamento di nomadi, con 5-6 bimbi che giocano dappertutto, mi è sembrato giusto segnalarlo». Già, ma chi dovrebbe rimuoverlo? La struttura e il terreno su cui sorge sono di proprietà dell\`Enpa e spetterebbe dunque a questa l\`onere dell\`intervento. Se non che è l\`Ente ha trasmesso all\`Amministrazione di Torri di! Quartesolo una richiesta affinché sia il Comune a farsene carico in cambio della cessione gratuita di tutta l\`area. Una proposta che il sindaco Diego Marchioro ha in linea di massima accolto: «Noi abbiamo manifestato il nostro interesse ma prima di mettere nero su bianco abbiamo ovviamente ritenuto opportuno procedere a tutte le verifiche del caso. Comprese quella relativa ai costi di rimozione e smaltimento, che non sono proprio leggeri. Tutto ciò in un contesto più ampio di interventi e priorità che per una realtà estesa e articolata come la nostra non sono poche». Intanto, come detto, l\`eternit comincia a perdere di compattezza e dopo le piogge dei giorni scorsi e di fronte ad una brutta stagione appena iniziata, forse bisognerebbe stringere i tempi anche per evitare una lievitazione delle spese legata ad altri interventi tecnici. Discorso che vale anche per l\`Enpa, proprietaria di tutto, ma probabilmente non in grado di sostenere una spesa onerosa già nelle premesse! . Resta un paradosso che è un vero e proprio marchio di fabbrica. Arri vi infatti dal Tribolo o dal cielo, l\`acqua è un problema che non finisce mai per l\`ex rifugio di cani di Marola.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl