Microchip ai cani, tolleranza zero dopo il 29 novembre

19/nov/2008 20.39.26 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
“Ancora un manciata di giorni per mettersi in regola, poi sarà tolleranza zero”. Così l’assessore all’Ambiente e alle Politiche per la protezione della salute degli animali e per la sicurezza sociale, Enrico Castiello, richiama l’attenzione sull’imminente e importante scadenza. Il 29 novembre prossimo sarà infatti l’ultimo giorno utile per mettersi in regola con quanto stabilito dall’ordinanza emanata dal dirigente del settore Socio assistenziale del Comune di Benevento per combattere il fenomeno del randagismo. Un’ordinanza che è giunta per mettersi in linea con quanto stabilito dal Ministero: riattivare l’anagrafe canina.
Per questo, oltre a disporre delle norme riguardo al comportamento dei padroni dei cani per la civile convivenza, la nuova ordinanza stabilisce anche che tutti i proprietari dei cani provvedano entro il 29 novembre prossimo alla identificazione e alla registrazione dei cani, per il tramite dei veterinari pubblici competenti o per il tramite di veteri! nari liberi professionisti abilitati. Questi ultimi provvederanno a redigere la scheda identificativa del cane da inviare ai Servizi Veterinari dell’Asl Bn1 per l’inserimento nell’anagrafe canina regionale, mediante l’apposizione di microchip nel secondo mese di vita. Per i cani di età superiore ai due mesi l’obbligo della identificazione e della registrazione deve avvenire entro trenta giorni dalla data della presente ordinanza.
A tale proposito, proprio per agevolare i proprietari dei cani, attraverso la collaborazione tra Comune di Benevento e Asl Bn1, nei giorni di martedì (dalle ore 9 alle 11) e giovedì (dalle ore 15 alle 17), presso lo stand organizzato all’interno del Fido Park in via Vittime di Nassirija è stata stabilita la possibilità di procedere gratuitamente alla microcippatura del proprio cane. Una possibilità della quale però, ad oggi, non hanno fruito in molti.
“Le microcippature effettuate fino ad oggi – spiega l’assessore Castiello – sono ancora ! poche rispetto a quella che è la popolazione canina stimata. Per quest o invitiamo tutti ad accelerare i tempi e ad adempiere a quanto stabilito. A tale proposito voglio ricordare – ha sottolineato Castiello – che la microcippatura degli animali è indolore e obbligatoria, e che va fatta entro il 29 novembre. Trascorso tale periodo saranno avviati i controlli ed ai trasgressori saranno comminate le relative sanzioni amministrative.
Inoltre, già dalla prossima settimana, i vigili saranno dotati di appositi sensori per controllare i cani con microcippatura e fare un po’ di prevenzione. Poi a partire dal 30 scatteranno le sanzioni”.
E sempre dall’assessorato giungono anche altre iniziative che mirano a diminuire la popolazione dei randagi. “Molti – spiega Castiello sono stati già tolti dalla strade e ricoverati nel canile: quelli della rotonda di via dei Longobardi e quelli che avevano colonizzato l’area di Piazza Duomo”. A loro e a tanti altri cani ricoverati in quella struttura va il secondo appello lanciato dall’assessore Castiello: “N! on lasciamo che quei cani rimangano lì. Anche se è un’ottima struttura, per loro si tratta sempre di una galera e per questo vorrei che quanti più cani possibili trovino finalmente una casa. A tale proposito dal prossimo mese con l’approssimarsi del Natale, intensificheremo la campagna ‘Adotta Fido’. Ma nel frattempo chi vuole potrà sempre adottare uno dei randagi del canile”.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl