Savona - Enpa, col freddo animali in difficolt

Savona - Enpa, col freddo animali in difficolt L\'ondata di freddo e gelo di questi giorni sta mettendo a dura prova la sopravvivenza di molte specie animali selvatiche; si cominciano infatti a registrare rinvenimenti di piccoli uccelli morti per il freddo.

25/nov/2008 10.48.45 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L\`ondata di freddo e gelo di questi giorni sta mettendo a dura prova la sopravvivenza di molte specie animali selvatiche; si cominciano infatti a registrare rinvenimenti di piccoli uccelli morti per il freddo. Con il calo della temperatura, il bilanci energetico richiede un aumento di cibo che, spesso, i soggetti meno intraprendenti, o già debilitati, non trovano e la morte sopravviene rapidamente. Per questo la Protezione Animali savonese lancia un appello a quanti amano gli animali liberi, ad offrire loro cibo per far fronte alla penuria di risorse alimentari ed alla necessità di calorie supplementari. Un modo civile per dif-ferenziarsi da tanti \"sportivi\" cacciatori che, approfittando della situazione, si recheranno nei boschi per abbattere poveri animali debilitati ed affamati.

E condanna il divieto esistente in molti Comuni (da Savona ad Alassio, da Cairo a Vado Ligure), che non serve assolutamente a limitare il numero dei volatili (favorendone invece le mal! attie), come colombi e gabbiani e che l\`ENPA chiede venga abolito e sostituito da una regolamentazione dell\`attività; mentre una volontaria dell\`associazione è stata condannata dal giudice di pace dr. Robatto per aver distribuito briciole di pane ai colombi savonesi.

Per aiutare gli animali dei boschi l\`ENPA, che mette a disposizione anche nidi artificiali e mangiatoie, propone ai cittadini di distribuire cibo sui davanzali delle finestre e nei giardini privati e condominali, curando però di non arrecare disturbo ai vicini; i più intrepidi e motivati potranno recarsi nel folto dei boschi, neve permettendo, per depositare ortaggi tuberi e sale, utilissimi per cinghiali, daini e caprioli, che vengono così tenuti lontano dalle coltivazioni. Ecco il menu per le varie specie di volatili presenti in città e nelle campagne:

CINCIALLEGRE: arachidi;
PICCHI: carne cruda;
PASSERI e MERLI: pane secco sbriciolato e piccole granaglie;
MERLI e PETTIROSSI! : croste di formaggio tagliate a piccoli cubetti;
TORDI, STORNI e PETTIROSSI: frutta fresca;
FRINGUELLI e CAPINERE: semi di girasole, fiocchi di cereali, dolci sminuzzati;
COLOMBI e TORTORE: granaglie e riso.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl