Ventimiglia - Multe a chi circola con i cani ai giardini a Ventimiglia, Roda: "Prive di fondamento"

27/nov/2008 09.42.21 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
\"...Il \"Regolamento per la Tutela e Benessere degli animali in Città\" all\`art. 16.2 prevede la libera circolazione del cittadino accompagnato da cane a guinzaglio nei seguenti punti: via, piazza, giardino, area verde, area cani, ecc...\"
Diversi cittadini sono stati contravvenzionati con una multa da 50 euro, per aver portato a spasso i loro cani, tenuti al guinzaglio, all\`interno dei giardini comunali di Ventimiglia. Lo rende noto il presidente della Lega per il Cane, Danilo Roda, che ha scritto al sindaco della citta\` di confine, Gaetano Scullino, spiegando che queste sanzioni sono prive di fondamento e chiedendo che vengano restituite le relative somme ai multati.

\`Sono prive di fondamento - spiega Roda - in quanto il \`Regolamento per la Tutela e Benessere degli animali in Città\`, all\`art. 16.2 prevede la libera circolazione del cittadino accompagnato da cane a guinzaglio nei seguenti punti: via, piazza, giardino, area verde, area cani e via dicendo! , dell\`intero territorio comunale. Chiediamo che siano restituite le somme relative alle multe comminate alle persone, colpite da un provvedimento che non ha fondamento. Signor Sindaco, la invitiamo, gentilmente, a darci una risposta in merito e con l\`occasione rileviamo che la maggior parte delle nostre lettere rimangono senza riscontro\`.

E poi. \"Le ricordiamo che l\`attività che noi svolgiamo volontariamente è a beneficio degli animali di affezione che sono posseduti da cittadini ventimigliesi, e quindi di Suoi elettori che, tramite nostro, le fanno pervenire le problematiche inerenti ai problemi di loro interesse. Ci permettiamo anche di mettere molto in evidenza che gli animali di affezione sono posseduti da cittadini in avanzato stato di età con un minimo di pensione, ma che sono disposti a fare sacrifici anche togliendosi un boccone dalla bocca pur di avere al loro fianco un animale che le renda meno triste gli ultimi anni di vita. Signor Sindaco, Lei che! si dimostra sensibile a molti problemi, forse non ha considerato che togliere 50 Euro ad un pensionato, per una colpa inesistente, ha contribuito a rendere ancora più difficile la vita e le condizioni economiche di persone che vivono al limite della sopravvivenza\".

di Fabrizio Tenerelli






Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl