Agli - Scosse elettriche al cane che abbaia

Il povero cagnolino, di media taglia e tenuto in buone condizioni, indossava costantemente un collare nero munito di un apparecchio che, ogni volta che il cane emetteva un latrato o provava ad abbaiare, gli infliggeva una scossa a bassa tensione, provocandoli il dolore necessario ad indurlo a smettere.

28/nov/2008 16.18.32 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I cani, si sa, abbaiano. Evidentemente però non lo sapeva la quarantenne di Agliè che, infastidita dalla voce del proprio animale, aveva pensato bene di munirsi di un collare che, ad ogni latrato, infliggeva alla povera bestia una scossa elettrica.

A scoprire questo caso di sevizie nei confronti di un povero bastardino sono stati i carabinieri della locale stazione durante un pattugliamento. Sulle molestie all’animale erano arrivate già diverse segnalazioni nel passato, ma quando gli uomini dell’Arma sono passati all’azione hanno fatto l’incredibile scoperta. Il povero cagnolino, di media taglia e tenuto in buone condizioni, indossava costantemente un collare nero munito di un apparecchio che, ogni volta che il cane emetteva un latrato o provava ad abbaiare, gli infliggeva una scossa a bassa tensione, provocandoli il dolore necessario ad indurlo a smettere. La bestia ovviamente aveva smesso di abbaiare, vivendo nel terrore di subire scosse.

La donna ha subi! to una denuncia e il cane gli è stato lasciato, ma ovviamente il collare della tortura è stato rimosso. La cosa ancora più incredibile è che una simile attrezzatura sia facilmente acquistabile su Internet, con meno di un centinaio di euro, nel caso canavesano il collare era stato fabbricato in Cina, e la donna lo aveva appunto acquistato su un sito. Simili strumenti sono in commercio e vengono usati principalmente dagli addestratori e per brevi periodi, per indurre gli animali a determinati comportamenti, come appunto quello di non abbaiare. L’uso prolungato e costante di un simile collare equivale ad una tortura nei confronti del cane costretto ad indossarlo.

Valerio Grosso





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl