Roma - Canili e allevamenti, irregolari uno su tre

04/dic/2008 10.06.12 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Maltrattati, rinchiusi in gabbie in condizioni igieniche precarie o in canili abusivi, importati illegalmente con documenti falsificati. E\` di 1.189 ispezioni eseguite, 634 violazioni accertate, di cui 102 a carattere penale e 532 amministrativo, il bilancio del servizio di controllo dei carabinieri dei Nas in campo nazionale sulle attività di allevamento, addestramento, ricovero e vendita di cani, nel periodo 4 luglio-30 novembre scorsi: per gli illeciti sono state segnalate 346 persone delle quali 89 all\`autorità giudiziaria e 257 all\`autorità amministrativa.

In particolare le ispezioni, come è stato reso noto oggi durante una conferenza stampa al Ministero degli Esteri, hanno riguardato 30 attività di \`dog sitter\`, 154 allevamenti, 23 strutture di addestramento, 146 servizi di toelettatura, 217 esercizi di vendita animali, 115 ambulatori privati, 169 canili sanitari e 335 privati.

Per 76 delle strutture ispezionate è stata disposta la chiusura in vi! a penale o amministrativa e precisamente: 9 canili comunali, 49 canili ricovero privati, 12 allevamenti, 3 locali di toelettatura, una clinica veterinaria abusiva, un esercizio di vendita e un deposito di mangimi.

I Nas hanno accertato violazioni nell\`6,67% delle strutture di dog sitter, nel 27,92% degli allevamenti, nel 4,35% delle strutture di addestramento, nel 9,59% degli esercizi di toelettatura, nel 15,21% degli esercizi di vendita di animali; nel 11,30% degli ambulatori privati, nel 29,59% dei canili sanitari, nel 33,43% dei canili privati. È stato colpito da chiusura amministrativa e da sequestro giudiziario il 6,39% delle strutture ispezionate.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl