Randagismo: 120.000 euro al canile di Torre Melissa

05/dic/2008 10.04.27 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Candalise risponde alle critiche e informa che si sta lavorando per un canile comunale.


“Troppo comodo criticare i costi lievitati per i cani randagi in città, senza guardare in faccia una realtà che non appartiene solo a San Giovanni in Fiore e che è frutto della fittizia amicizia dell’uomo nei confronti dei cani”.

Risponde così l’assessore alle politiche sociale del Comune di San Giovanni in Fiore, Tonino Candalise, alle polemiche politiche dei giorni scorsi che hanno riguardato il randagismo.

“E’ vero – dice Candalise – quest’anno il nostro comune pagherà al canile di Torre Melissa 120.000 euro con un aggravio per l’anno in corso di 30.000 euro, senza aver risolto, purtroppo, se non periodicamente, il grave problema. I comuni – ricorda l’Assessore – ai quali è demandato il compito di gestire questa problematica, quasi sempre, per cercare di arginare il fenomeno ricorrono, di concerto con il servizio veterinario, all’accalappiamento e quin! di al ricovero nei canili.

La logica conseguenza di questa metodica fa si che le voci del bilancio: spese mantenimento cani, siano sempre più onerose. Rispetto alla difficile e annosa problematica del randagismo però – vuole essere chiaro l’Assessore – l’Amministrazione ha sempre cercato soluzioni, nella convinzione che è necessario dotare il territorio di un canile, sia per problemi di costi, che per dare anche se minime, risposte alle esigenze occupazionali. Per questo, due anni fa con una delibera, il consiglio comunale sposò l’idea progettuale di una associazione locale per la realizzazione di una oasi canina, dando in concessione 11 ettari di terreno comunale, superando non poche difficoltà. Il progetto – precisa – però non si concretizzò”.

L’Assessore Candalise per ribadire la volontà operativa dall’Amministrazione tiene a sottolineare : “da quando sono stato incaricato a ricoprire l’incarico con delega di pertinenza e dopo aver verificato che il ! suddetto progetto non faceva passi in avanti, ho cercato, con l’avallo della Giunta e con l’aiuto concreto del Sindaco, una strada alternativa e dopo aver sottoposto la problematica ai livelli regionali di competenza, siamo risusciti ad ottenere una promessa (oggi alla firma) di un finanziamento per la realizzazione di un canile di proprietà comunale.

Giova ricordare – aggiunge – che al finanziamento al quale dovremo accedere, non possono aspirare i privati, per questo sarebbe nelle nostre intenzioni affidare l’eventuale servizio all’esterno attraverso, ovviamente, un bando pubblico al quale si potrà partecipare solo avendo i giusti e richiesti requisiti di legge”.

Candalise rispetto alla tematica si dice convinto “che se si vuole incidere seriamente per la risoluzione del problema randagismo, sia necessario perseguire la strada della sterilizzazione degli animali, attraverso l’elaborazione da parte della Regione di un piano di intervento generale su tutto il territorio, magari ricorrendo a fondi comunitari, programmando l’in! tervento di concerto con i Comuni e le ASP. La sterilizzazione, strumento ormai accettato anche dalle associazioni animaliste – dice Candalise – non avrebbe senso se fosse solo un Comune (qualora si trovassero le risorse) a praticarla, perché i cani presenti negli altri territori, si ritroverebbero, per magia, sul territorio del Comune virtuoso.” Per questo rivolge un appello al Consigliere regionale Feraudo(IDV) che nel passato ha elaborato una proposta di modifica alla legge regionale vigente e all’Assessore Naccari Carlizzi che da consigliere si è occupato della materia, “perché attraverso il loro manifestato interessamento in materia, la Regione si impegni per individuare risposte ed interventi più efficaci per un fenomeno che ha assunto dimensioni rilevanti e preoccupanti”.






Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com</ a>
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl