Anche i cani risentono della crisi finanziaria del Comune di Palermo

Le casse del Comune di Palermo sono ormai vuote e per il Rifugio del Cane Abbandonato, che si trova alla Favorita, pare che lo siano già dal 2005.

12/dic/2008 16.10.29 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da tre anni l’amministrazione non versa soldi nelle casse del rifugio della Favorita.
Le casse del Comune di Palermo sono ormai vuote e per il Rifugio del Cane Abbandonato, che si trova alla Favorita, pare che lo siano già dal 2005. Da tre anni, infatti, i volontari della struttura non vedono arrivare più neanche un centesimo dall’amministrazione e sono addirittura costretti a chiudere le porte ai trovatelli.

Il terreno su cui sorge il canile, dato in concessione dal Comune negli anni ’60, è saturo di animali e non c’è più spazio per accogliere altri cani. Così, gli attuali 300 ospiti del rifugio vivono in maniera decente solo grazie all’impegno delle persone che si prodigano per loro all’interno dell’area in cui si trovano.

Il loro futuro, alquanto incerto, dipenderà dal buon cuore dei palermitani che, oltre a poterli portare a casa con sé, possono anche adottarli a distanza, contribuendo economicamente al loro mantenimento, lasciandoli però nel canile! .

Intanto, i volontari stanno organizzando dei banchetti per raccogliere fondi. Chiunque volesse aiutarli, può recarsi il 21 dicembre in piazza Unità d’Italia, a partire dalle 10, e in via U.R 10 (una traversa di via Casalini), a partire dalle 10:30.

Per avere maggiori informazioni è possibile, inoltre, collegarsi al sito www.legadelcane-pa.org






Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl