Per Natale adotta un cane

\"Ovviamente - raccomandano i promotori dell\'iniziativa - non è necessario che il cane arrivi a casa come un pacchetto regalo sotto l'albero di Natale, ma che si inizi entro Natale il percorso di reciproca conoscenza e dopo alcune settimane se si deciderà di portare il nostr!

12/dic/2008 16.14.39 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Sono 150.000 i cani randagi presenti nei canili italiani, mentre altri 450.000 sono i cani randagi che vivono allo stato brado specialmente nelle regioni del sud Italia. Inoltre purtroppo con l’attuale crisi i comuni il prossimo anno taglieranno i fondi destinati al mantenimento dei cani nei canili pubblici e in quelli privati convenzionati, con il rischio per la stessa sopravvivenza di almeno 20.000 cani in tutta Italia.

Per questo motivo l’Associazione italiana a difesa degli animali e dell\`ambiente e Prontofido di Radio Montecarlo lanciano l’iniziativa “Per Natale fai un atto d\`amore: adotta un cane da un canile\". L’obiettivo di quest’anno è togliere dai canili almeno 1.000 cani.

\"Ovviamente - raccomandano i promotori dell\`iniziativa - non è necessario che il cane arrivi a casa come un pacchetto regalo sotto l’albero di Natale, ma che si inizi entro Natale il percorso di reciproca conoscenza e dopo alcune settimane se si deciderà di portare il nostr! o amico fido a casa nostra sarà per sempre. Esiste purtroppo, infatti, un fenomeno che è molto grave per il benessere stesso dell’animale che corrisponde spesso ad un atto di leggerezza da parte degli uomini. Il 60% dei cani adottati senza una reciproca conoscenza entro sei mesi ritornano sulle strade abbandonati a loro stessi per l’ennesima volta\".

Per aiutare nella scelta del tipo di cane Aidaa mette a disposizione i propri esperti ed educatori cinofili, che risponderanno via mail alle richieste di coloro che vogliono adottare un cane. In modo da aiutare (insieme ai volontari e al personale dei canili) a individuare il tipo di cane adottabile, ma soprattutto il percorso di reciproca conoscenza da fare insieme prima che l\`animale lasci il canile per la sua nuova famiglia.

“Chiediamo a tutti - dice Lorenzo Croce, presidente nazionale Aidaa - di non comperare cani ma di adottarli dai canili. Occorre fare in modo che i cani adottabili, che sono la stragran! de maggioranza di quelli presenti nei canili, possano trovare una nuov a famiglia, ma occorre che la scelta sia consapevole e che il cane e la sua nuova famiglia possano conoscersi reciprocamente prima che Fido vada a vivere nella sua nuova casa per evitare che per qualsiasi motivo venga poi nuovamente abbandonato\".

Per chiedere informazioni online scrivere a: adottauncane2008@libero.it
Telefono 3478883546 - 3926552051





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl