Canile Dolly Dog di Gioia Tauro, ulteriori notizie

16/dic/2008 18.33.09 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Questa è la testimonianza di una persona che ha seguito da molto vicino la tremenda vicenda del canile Dolly Dog...

\"Questa mattina ho sentito l\`amministratore del Dolly Dog e mi ha confermato che ieri sera verso le 18 hanno ricevuto l\`intervento della Polizia Provinciale!
E la Protezione Civile?

Stamattina non c\`era nessuno e si sà che il pomeriggio fà buio presto ed occorrono mezzi che solo i Vigili del Fuoco o la Protezione Civile hanno a disposizione... le carcasse devono essere rimosse per evitare un\`epidemia.

Questa mattina se ne contavano rimosse 113 e un bilancio ancora non è possibile farlo!!!
Inoltre il sindaco prima ha detto a Luca Radici che avrebbe chiamato lui la ditta per lo smaltimento dei corpi e la Protezione Civile, e poi ha detto all\`Amministratore che non c\`erano i fondi necessari all\`intervento e che avrebbe dovuto chiamarli lui persona....

NON CI SI CAPISCE PIU NULLA!!!

Chi è il sindaco? Non ! è forse il responsabile di ciò che accade nel suo comune?

Inoltre come mai non è stato allertato nessuno visto che qui in Calabria in quella zona pioveva da diversi giorni?
Quelle povere bestiole sono state lasciate al loro crudele destino.... bisogna dirlo!!!

Ho sentito il proprietario del canile chiedere quali cani si erano salvati, chiamandoli per nome e... 1+1=2!!!
Ho pensato fosse un posto paradisiaco visto che siamo abituati ad immagini di canili lager e non di certo così ampi e graziosi!!! Ma è appena arrivata un\`email di una volontaria di Cosenza a smentirmi!!

Qui sotto ho riportato un\`email mandatami da una volontaria di Cosenza (spero che non se la prenda se la rendo pubblica) in cui smentisce ciò che io ho detto... ok va bene... allora la mia impressione era sbagliata, ma come mai il comune di Cosenza avendo due relazioni sulle condizioni fisiche dei cani non ha fatto nulla in proposito?

Come mai le volontarie andate ! sul posto non hanno segnalato la situazione agli organi competenti? Sono mesi che Chiliamacisegua manda email ovunque per chiedere la collaborazione di volontari in tutta Italia per eventuali segnalazioni di canili lager o dove ci sono situazioni strane... ma dalla Calabria chi ha risposto?
NO COMMENT!!!

E adesso che è accaduta una tragedia si esce fuori che i cani lì erano tenuti male?
Perchè non avete parlato prima con piu\` insistenza?
Dove erano questi volontari?
Se avessi saputo che vicino un fiume c\`era un canile avrei cercato aiuto.

Adesso le autorità competenti faranno il loro dovere spero, ma mi rimane l\`amarezza di sapere che nulla è stato fatto per evitare tutto ciò e nessun volontario ha alzato un dito per andare a vedere la situazione... nessuno ha avuto il coraggio o la voglia di mettersi in macchina e percorrere un pò di km per capire e testimoniare quell\`orrore.... TUTTO CIO POTEVA ESSERE EVITATO!!!\"



Questa invece la mail arrivata da una persona residente nel cosenti! no:
\"Ho letto la tua mail e sento il bisogno di fare alcune precisazioni.... pur restando convinta della tua assoluta buona fede....
Per mia comodità, e per correttezza nei tuoi confronti, riporto il contenuto della mail da me inviata ad A.B. e F.S.:
-- Ho un po di tempo in più e posso spiegarti meglio come stavano le cose nel canile di Gioia Tauro nella scorsa primavera.
Premetto che Dolly Dog ospitava 300 cani del Comune di Cosenza e che io opero da volontaria sul territorio di Cosenza. Sono andata a visitare il canile insieme ad un\`altra volontaria e al veterinario, Dott. R.G., al quale l\`Amministrazione Comunale di Cosenza aveva dato incarico di verificare lo stato di salute dei cani ospiti della struttua, nonchè delle condizioni generali della struttura stessa. Anche io avevo visitato il sito del canile ricevendone un\`impressione decisamente positiva che ho mantenuto per pochi secondi quando, di fatto, mi sono trovata all\`interno della struttura. D! evo ammettere che l\`idea iniziale, di realizzare un canile all\`ombra di un enorme aranceto è decisamente suggestiva, tanto più che di box ce ne erano veramente pochi, solo quelli destinati a sanitario, mentre la maggior parte dei cani erano alloggiati in ampi recinti. Ma l\`inghippo c\`era, eccome se c\`era! All\`interno di ogni recinto, che avrebbe ospitato comodamente al massimo 8 cani, ce ne erano stipati fino a 16, con tutte le problematiche annesse. Ovviamente all\`interno dei recinti era impossibile rintracciare un solo filo d\`erba e di cani feriti o denutriti purtroppo ne ho visti in abbondanza! Ho visto anche cucciolate e me ne sono stupita, perchè i cani del Canile Sanitario di Cosenza vengono rilasciati tutti rigorosamente sterilizzati! Ho visto cumuli di mangime al centro dei recinti (in alcuni mancava la mangiatoia) sui quali i cani dormivano, pisciavano e..... mangiavano. Ho visto i box del sanitario tapezzati di un pastoso liquame che non consentiva di identificare il colore del pavimento. Ho visto gatti malati e ho incontrato! una veterinaria che non era in grado di rintracciare i cani, di cui c\`erano stati forniti gli elenchi, nei recinti paradisiaci! Siamo usciti da quel posto senza aver potuto realmente verificare se i poveri cani erano realmente in vita, nè, tantomeno, quali erano le loro condizioni di salute. Di tutto questo l\`Amministrazione Comunale di Cosenza conserva due diverse relazioni: la nostra e quella, decisamente più dettagliata e tecnica del Dott. G..
D\`altronde al momento della nostra visita gli ospiti del canile erano circa 1200: come è pensabile che una struttura simile possa essere \"paradisiaca\" è tutto da verificare! --

Mi dispiace non poter confermare quanto sostenuto da F.: sarebbe consolatorio potermi dire che prima di schiattare tanto miseramente quei poveri 800 disgraziati avessero goduto, non dico di una carezza, ma, quanto meno, di condizioni di vita dignitose......!\"


Ecco le ultime foto:


























Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl