Feste di Capodanno anche per loro

23/dic/2008 21.17.42 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Natale e Capodanno sereni anche per gli animali. Con l’approssimarsi delle festività natalizie, la Protezione Animali si appella alle istituzioni, alle forze dell’ordine e ai cittadini italiani affinché garantiscano un Natale sereno anche ai quattrozampe. In particolare, l’Enpa invita i cittadini che volessero accogliere un animale nelle loro case a rivolgersi ai canili e alle altre strutture di ricovero dove molti \"trovatelli\" attendono una famiglia che li adotti e li riempia di affetto.

In caso di acquisti (ma Enpa suggerisce sempre l’adozione, magari tramite il proprio numero verde 800 054 054) presso negozi o allevamenti, si consiglia di controllare attentamente i documenti del quattrozampe e verificare il rispetto della normativa vigente; gli animali devono essere regolarmente \"chippati\", vaccinati e sottoposti a tutti i controlli veterinari prescritti. I cittadini devono inoltre prestare particolare attenzione a non acquistare animali importati illegalmen! te dall’estero, un traffico illecito che, come evidenziato anche dai recenti casi di cronaca, riguarda non solo specie esotiche in via d’estinzione - protette dalla Convenzione di Washington - ma anche gli animali d’affezione.

Con i festeggiamenti del Capodanno torna il pericolo dei fuochi d’artificio, una grave minaccia all’incolumità non solo degli esseri umani ma anche dei quattrozampe. Oltre al rischio di essere feriti dall’esplosione dei botti, gli animali, che hanno un udito più sensibile di quello umano, possono essere spaventati dal boato della deflagrazione e reagire con comportamenti istintivi, fuggendo in preda al panico e rischiando di essere investiti da automobili di passaggio.

Per la serata di fine anno la Protezione Animali consiglia ai proprietari di cani di tenere il loro quattrozampe al guinzaglio; di tenere chiusi temporaneamente in un luogo comodo e rassicurante gli animali, anche quelli che normalmente vivono all’esterno; di assicur! arsi che l’eventuale tatuaggio identificativo sia leggibile, che il mi crochip sia registrato all’anagrafe canina, che l’animale indossi la medaglietta identificativa (con indirizzo e telefoni validi); di mantenere un atteggiamento sereno e di ignorare le eventuali manifestazioni di paura del quattrozampe per non spaventarlo ulteriormente.

Se qualcuno dovesse avvistare in un cane smarrito cerchi di avvicinarlo con attenzione, senza compiere gesti bruschi (potrebbe manifestare ancora paura), provi a rassicurarlo, magari offrendogli del cibo e chiami il Servizio Veterinario della Asl. Una volta raccolto e portato al canile sarà molto semplice risalire al proprietario tramite il microchip e, qualora non l’avesse, sarà comunque il luogo dove i proprietari potranno andare a riprenderlo.

Infine un suggerimento culinario agli italiani: per i cenoni scegliete un menu vegetariano; è buono, non ha causato la morte di esseri viventi e rende le feste... etiche.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl