Milano - Facciamo s che i cani accalappiati a Sesto San Giovanni non vadano a Pantigliate ma alla Lega del Cane di Segrate

28/dic/2008 13.12.20 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gentilissimi Amici,
Vi informiamo che dal 1 gennaio 2009, i cani accalappiati sul territorio del comune di Sesto S. Giovanni, non saranno più ospitati presso il Rifugio di Segrate, di proprietà dell\`Associazione, bensì, trascorsi i primi 10 giorni di canile sanitario andranno al Canile Cirillo/Pantigliate. Trattasi di una valutazione operata dall\`Amministrazione del Comune di Sesto, il quale ha ritenuto che il suddetto canile offra maggiori vantaggi.
Infatti, ci è stato riferito che, malgrado il rifugio di Segrate sia notoriamente sempre aperto tutti i giorni, compresi i festivi, Natale, Pasqua, Ferragosto ect. sia mattina, sia pomeriggio, il canile di Pantigliate offra ancora più ampia rosa d\` apertura.
I box, offrirebbero miglior benessere, perché più ampi ed inoltre vi è una ragione economica, in quanto, oltre qualche centesimo in più che richiede l\`Associazione, Pantigliate ha offerto un servizio di sterilizzazione delle femmine a soli euro 50, contro gl! i euro 175, da noi richiesti e necessari a parere dei nostri veterinari onde operare con un protocollo di sicurezza, comprendente esami del sangue pre-operatori, pre-anestesia, anestesia gassosa, nonché terapia antidolore- antibiotica post-operatoria e ricovero in locale risveglio, riscaldato e asettico.
Per ben 12 anni, dall\`inizio della collaborazione con il comune di Sesto, tutte le operazioni specialistiche, nonché vaccinazioni e profilassi sono sempre state a carico dell\`Associazione, il comune provvedeva solo a rimborsare poco più di 2 euro al giorno, senza altro riconoscere. Ormai, pur con l\` aiuto economico dei soci, tale situazione si era resa insostenibile, anche perché, come si sa, i comuni rimborsano parecchi mesi dopo (quando sono puntuali!) e con lo scadere della convenzione, la nostra richiesta ha dovuto comprendere altre spese necessarie per un benessere effettivo.
Tutti i nostri animali escono a sgambare due volte al giorno in ampi cortili int! erni soleggiati e piantumati, accuditi con amore da volontari esperti e preparati, mangiano due volte al giorno, sempre ben controllati ad uno ad un da operatori ed escono regolarmente in passeggiata con i volontari e soci. Sono affidati ad un team di educatori provetti che con un lavoro assiduo li aiutano a recuperare la fiducia nell\`uomo e ad assumere un comportamento corretto che ne favorirà un\` idonea adozione. Tutti i nostri animali hanno riscaldamento invernale, e refrigerio estivo con piscine, e vari accorgimenti di annaffiamento delle tettoie. I cuccioli sono divisi, vengono nutriti a parte con mangimi idonei e accuditi nella nursery, gli anziani hanno da sempre un posto privilegiato, cure ed attenzioni amorevoli. Spesso accade che, volontari generosi, accolgano in casa proprio i più malati e vecchi, ed evitano loro di morire in canile.
I box vengono SEMPRE lavati e disinfettati due volte al giorno, logicamente quando i cani sono all\`esterno e mai si è lesinato su cure od interventi, in quanto il nostro direttore sanitario, se! necessario, ci indirizza anche verso professionisti e specialisti affermati.

Noi qui non desideriamo fare alcun commento: è dal lontano 1997 che, su decisione dell\`allora amministrazione comunale di Sesto, i cani già rinchiusi a Pantigliate furono prelevati dai nostri volontari, i quali iniziarono da allora un lavoro stoico e generoso nel recupero di poveri animali da anni giacenti senza speranza alcuna (quelli rimasti vivi).
Altresì generosamente, da allora la Lega del Cane ad oggi è arrivata ad ospitare, di proprietà del comune di Sesto San Giovanni ben n. 497 cani, di cui solo n.19 sono deceduti (quasi tutti per sopraggiunta vecchiaia) tutti gli altri sono stati adottati alla grande, dopo essere stati vaccinati, schedati, operati, sterilizzati a spese dell\`Associazione. Attualmente, in canile ne sono rimasti 9, di cui uno, più fortunato degli altri 8, possiede la carta della salvezza, poiché è stato prenotato e fra un giorno o due dovrebbe andare in! adozione, gli altri verranno prelevati e portati a Pantigliate, il gi orno 1 Gennaio 2009.
Trattasi di poveri animali con grosse problematiche comportamentali e storie di maltrattamenti alle spalle, che abbisognano di box singoli e restii a socializzare con altri animali o persone sconosciute.
Questa, a prima vista sembrerebbe una nostra sconfitta, ma non è così, noi siamo subissati e corteggiati da innumerevoli comuni che da anni desiderano collaborare con noi, invece è la sconfitta di un comune che, malgrado i nostri sforzi e chiari segnali pervenuti ultimamente dal Ministero della Salute, non ha tuttavia compreso che non sono pochi centesimi a fare il benessere animale, è la sconfitta di un comune che ha ricambiato con ingratitudine chi si è prodigato per tanti anni, contribuendo a fargli risparmiare ben molto di più di pochi spiccioli e a farlo annoverare tra i comuni \"modello\".
La più grande sconfitta, però, rischiano d\` averla poveri animali indifesi e tutti coloro, volontari ed associazioni, che in questi anni si ! sono battuti incessantemente affinché la legge 281 fosse davvero a tutela degli animali abbandonati e non divenisse invece la loro condanna per ulteriori maltrattamenti, la loro tomba e un business per privati.
Ad ognuno di Voi lasciamo ogni valutazione e libertà d\`intervento.

I volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane,
Via Redecesio, 5/A Segrate (Milano)
legadelcanemi@fastwebnet.it
tel. 02 2137864
resp. Andrea- Cristina - Elisa





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl