ANTA onlus - Comunicato Stampa: Sequestro allevamento Pointer ad Osteria (RA)

ANTA onlus - Comunicato Stampa: Sequestro allevamento Pointer ad Osteria (RA) ANTA onlus - Comunicato Stampa 02 gennaio 2009 ALLEVAMENTO PRIVATO DI "CANI POINTER" DEL DOTT.

Allegati

02/gen/2009 21.56.05 A.N.T.A. onlus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

ANTA onlus - Comunicato Stampa 02 gennaio 2009

 

 

ALLEVAMENTO  PRIVATO  DI  “CANI  POINTER” 

 DEL DOTT. GUBERTI -  RAVENNA

 

Il giorno 29.12.2008, l’ANTA onlus insieme al N.I.R.D.A. con il  quale collabora sin dalla sua nascita e la locale Stazione del Corpo Forestale dello Stato, ha partecipato al sequestro dell’allevamento di cani pointer del Dott. Guberti con circa 240  cani, trovati in una situazione di degrado indescrivibile, più volte denunciate da soggetti privati, dalla LAV e da alcune Associazione che poi hanno collaborato a portar via i cani in maniera esemplare.

 

L’ANTA onlus ha partecipato sia alle attività ispettive che al trasferimento dei cani in altri siti appoggiandosi a due Associazioni locali di grande disponibilità e capacità: Animal Liberation Bologna la cui Presidente è LILIA CASALI; l’altra è il Centro Soccorso Animali di Modena,  il cui Presidente è SAVERIO CIANCIO

 

Il lavoro svolto da queste Associazioni e i loro volontari è stato impagabile, muovere in due giorni un alto numero di animali e trasportarli con le garanzie dovute per evitare ogni qualsiasi problema è condizione  che impone tutta la riconoscenza dell’ANTA onlus e di tutti quelli  presenti che hanno partecipato all’attività e al  sequestro dell’allevamento.

 

Purtroppo, ancora una volta, come ormai capita spesso in queste occasioni, sono circolate molte mail, alcune davvero inspiegabili e ingiustificabili, all’ANTA onlus non interessa se ci si  prende meriti che non si hanno, però richiama tutti al senso di responsabilità affinché ognuno faccia la propria parte, dando ogni aiuto possibile affinché i cani posti sotto sequestro siano messi nella condizione di recuperare uno standard ottimale di assistenza, sia alimentare che sanitaria, oltre ad un riparo adeguato in attesa di essere poi successivamente affidati a singoli cittadini anche se “temporaneamente”, in quanto i cani sono sottoposti a Custodia Giudiziaria, affidata all’ANTA onlus al suo Presidente e a Federica, una  referente locale, sino a quando la Magistratura non deciderà come procedere.

 

In data odierna, 02.01.2009, il PM di turno ha convalidato il sequestro dei cani e struttura perciò anche la Custodia Giudiziaria al Presidente dell’ANTA onlus, ciò permetterà di pianificare ogni azione necessaria affinché i cani possano avere ogni assistenza dovuta, per questo ci si affiderà alle Associazione temporaneamente affidatarie dei cani, di cui si gode piena fiducia.

 

Ogni aiuto possibile che potrà essere messo a disposizione per i cani sequestrati potrà essere indirizzato direttamente alle Associazioni di Animal Liberation e del Centro Soccorso Animali, che provvederanno  a girarli ai cani ovunque essi siano e a chiunque essi siano stati affidati temporaneamente.

 

In seguito verranno pubblicate nel sito dell’ANTA le foto dei cani e dei luoghi ispezionati, alcune davvero inedite, realizzate nell’allevamento, questo per dar modo a tutti gli interessati di vedere in che situazione venivano tenuti i cani nelle strutture poste sottosequestro.

 

Per ogni  comunicazioni utile al fine di garantire ai cani quanto di meglio possibile, o informazioni utili al fine di scoprire responsabilità o coinvolgimenti nei fatti riportati, si può comunicare direttamente al Presidente dell’ANTA agli indirizzi recuperabili all’interno del sito www.antaonlus.org    

 

    

 

 

 

Cristina Bruschi

Vicepresidente Nazionale ANTA onlus

Cell. 329 2913524

www.antaonlus.org

vicepresidente@antaonlus.org 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl