Mozzate - Molosso francese salvato dai pompieri mentre annaspa in una piscina

04/gen/2009 13.39.23 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Una storia a lieto fine, che parla dell’amore di un padrone per il proprio cane e, soprattutto, della prontezza dei vigili del fuoco che non hanno esitato e gettarsi in una piscina ghiacciata per trarre in salvo un pesante molosso francese caduto in acqua. L’episodio si è verificato ieri mattina, intorno alle 8, in una villetta di Mozzate. Il gelo di questi giorni aveva ricoperto la piscina della casa con una esile lastra di ghiaccio.
Il cane di grossa taglia, passeggiando in giardino, ha appoggiato la zampa sulla superficie che non ha retto al peso. Il molosso è così finito a mollo nell’acqua gelida. Inutili i tentativi dell’animale - in casa da solo in quel momento - di portarsi in salvo con le proprie forze. Anche perché dopo pochi minuti il freddo ha iniziato a intorpidire i suoi arti.
Mentre la povera bestia annaspava esausta, i vicini di casa si sono accorti di quanto stava avvenendo e hanno chiamato i vigili del fuoco. Immediata la partenza da Saronno (più vic! ina al luogo in questione) dopo la segnalazione giunta al comando di Como.
Tre pompieri si sono calati così nell’acqua della piscina riuscendo a imbrigliare l’animale e a portarlo in salvo. Ma il molto tempo trascorso a mollo e il freddo hanno consigliato anche l’utilizzo delle termocoperte per permettere al molosso di riprendersi dopo la grande fatica fatta per non andare a fondo nella piscina del proprio padrone.
Sul posto, mentre erano in corso le operazioni di intervento, è arrivato anche il proprietario del cane, che dopo aver ringraziato in lacrime i vigili del fuoco ha portato l’animale dal veterinario per le cure del caso.

Mauro Peverelli





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl