Pantagliate - Ottima scelta degli illustri Sindaci di Sesto San Giovanni e Cornate d'Adda!

10/gen/2009 20.13.53 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Chiliamacisegua, certa di offrire un buon servigio ai Sindaci di Sesto San Giovanni, Giorgio Alberto Oldrini, e di Cornate d\`Adda, Giuseppe Ripamonti, tutti presi dalla archiviazione dei festoni di Capodanno,
offre loro una rassegnina stampa sul Canile di Pantigliate, facile facile da reperire on line.
Poichè Internet e i suoi miracoli sono ancora sconosciuti alla stragrande maggioranza delle Amministrazioni Comunali, analfabetizzate, tecnologicamente parlando, Chiliamacisegua suggerisce loro due righe di ricerca con Google, con le parole chiave: canile lager, Pantigliate, Pietro Cirillo.
L’accordo che queste due illuminate Amministrazioni Comunali hanno sottoscritto con il gestore di Pantigliate, nasce davvero sotto una buona stella, con la certezza della Applicazione della Legge 281 del 1991 e del Regolamento di attuazione no 16/2006 della Regione Lombardia appena migliorato con le modifiche esemplari presentate dalla Lega Nord, il 17 dicembre 2008.
Chili! amcisegua ricorda ai Sindaci in caso di improvvisa smemoratezza, di essere dipendenti dei cittadini italiani, che, quali loro datori di lavoro, non amerebbero fare tali siffatte, figuracce e aggiunge che la cabina elettorale è sempre fonte di acuti suggerimenti e buoni consigli, quali per esempio, un licenziamento in tronco per giusta causa, dall’impegno politico non onorato a dovere.
A Chiliamacisegua e ai suoi numerosissimi militanti di strada, non resta che augurare buona lettura e rivolgere ai Sindaci smemorati, un applauso speciale.
Con tutti coloro che gli animali li amano e li tutelano e che si vergognano per coloro che, non solo non li amano, ma che della Legge in loro difesa, se ne fanno pallottoline di carta straccia.
Buon anno 2009
Chiliamacisegua
www.chiliamacisegua.org


------------------------------------


Egregi Signori,
sono il Sindaco di Sesto San Giovanni, sinceramente impressionato dalla violenza con cu! i ci si rivolge alla nostra Amministrazione comunale. Sesto San Giovan ni è una grande città, la quinta della Lombardia. Abbiamo due case di riposo comunali, 8 asili nido comunali, 5 centri anziani comunali, un Centro vacanze, un laboratorio per portatori di handicap e altro ancora. Assistiamo decine di minori che ci vengono assegnati dal Tribunale, abbiamo rapporti con centinaia di associazioni di volontariato. Per informazione vostra da anni il nostro sito vince i maggiori premi delle associazioni specializzate. Per quanto riguarda i cani, abbiamo fatto un bando e una gara di appalto assolutamente regolari, secondo le leggi vigenti e il canile di Pantigliate, registrato nell\`apposito sito della Provincia, ha presentato condizioni migliori di quello di Segrate. Naturalmente, come facciamo sempre per tutti i nostri appalti, controlleremo. Se ci saranno irregolarità le correggeremo, se si dimostrerà che è un canile lager, senza cusstodia, con box più stretti di quello che è stato dichiarato, toglieremo l\`appalto. Quello che mi impressiona però! è la violenza delle vostre e mail. Abbiamo cambiato molti appalti, anche in settori delicatissimi, in questi anni e mai nessuno si è permesso di parlarci in questi termini: chi ha perso la gara ha accettato il responso, non ha scatenato gli amici. Abbiamo fatto fronte alla situazione di bambini in estrema difficoltà. mai abbiamo ricevuto e mail. Evidentemente viviamo in un Paese per il quale l\`attenzione per decine di bambini è di molto inferiore a quella per 7 cani. E lo dice uno come me che ha sempre avuto ed amato cani.
Giorgio Oldrini
Sindaco di Sesto San Giovanni


----------------------------------


Signor Sindaco, mi dispiace che la nostra fermezza nel difendere chi non si può difendere l\`abbia così impressionato.
Parliamo di esseri sfortunati ai quali la sua amministrazione ha dato il colpo di grazia.
Mi indispettisce ancora di più lei che, con atteggiamento tipico dei politicanti, elude le domande che le sono stat! e poste.
Signor Sindaco, non stiamo chiacchierando al Bar Sport, non ci riguarda né interessa tutto quello che ci scrive riguardo
le attività del suo comune, l\`oggetto delle nostre lettere è uno solo e la prego di attenersi esclusivamente a quello.
Lasci perdere la solita tiritera dei bambini che noi animalisti ci sentiamo ripetere costantemente, generalmente da chi non
fa assolutamente niente nè per gli uni né per gli altri.
Le facciamo domande precise alle quali esigiamo risposte precise in merito all\` assegnazione dell\`appalto per i cani randagi del
vostro territorio :

Il canile di Pantigliate

quanti cani ospita ?
i cani sono tutti vaccinati, chippati o tatuati ?
come sono le dimensioni dei box e i cani sono ben tenuti , curati, seguiti da veterinari ?
i cani escono dai box per sgambare ogni giorno ?
è gestito da privati o da associazioni animaliste come prevede la legge regionale ?
quanti volontari operano fattivamente e regolarmente ?
quanti cani sono stati adott! ati nel 2007 e nel 2008 ?
quali sono gli orari di apertura al pubblico per visite e adozioni ?

Resto in attesa di una sua pronta risposta.

Tullia Colombo


----------------------------------


Egregia Signora Colombo,
mi spiace molto che la mia risposta non Le sia piaciuta. Non frequento il Bar Sport, anche se non ci vedo nulla di male. La legge impone ai Comuni di fare gare di appalto per i servizi, che sono regolate da leggi precise. Se non si fanno si viene accusati di voler favorire questo o quello. Nel caso specifico è stata fatta una gara di appalto alla quale hanno partecipato diversi canili. Secondo la documentazione presentata, compresa quella della asl e compreso il sito dell\`ufficio per la difesa degli animali della Provincia di Milano, il canile di Pantigliate ha presentato le condizioni migliori, dunque ha regolarmente vinto la gara. In questi giorni i nostri tecnici faranno un sopralluogo. Se risulterà che q! uel canile non rispetta le regole previste l\`appalto verrà revocato. Per il resto ognuno sa cosa fa o cosa non fa per bambini, anziani e cani.
Giorgio Oldrini
nb La domanda che viene spontanea è: ma chiedere e dire le stesse cosa con un po\` di cortesia e di rispetto è impossibile?

Giorgio Oldrini


-----------------------------------


Signor Sindaco, lei continua a non rispondere alle mie precise domande.
Come sarebbe andata se non avessi sollecitato ?
Come mai i vostri tecnici faranno a posteriori il sopralluogo che doveva
essere fatto prima di assegnare l\`appalto al canile di Pantigliate ?
Qual\`é la logica di assegnare prima per poi eventualmente revocare con
evidenti sprechi di tempo, danaro pubblico e con grande disagio per
i cani che sono esseri senzienti non pacchi.
Solo quando risponderà a tutte le domande si potrà capire quali
sarebbero le condizioni migliori offerte da suddetto canile.
Riguardo quello che ognuno fa per bambini, anziani ! e cani,
non mischi i suoi doveri di amministratore con il privato.
Non sono scortese ma ferma e anche indispettita ma il rispetto
un amministratore pubblico se lo deve conquistare.

Tullia Colombo


---------------------------------


Questo è lo scambio di mail tra la volontaria del canile di Segrate della Lega del Cane e il sindaco di Sesto San giovanni (MI) Giorgio Oldrini.

A voi i commenti!

AmiciCani





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl