Salsomaggiore - Incendio nella notte, salvi grazie ai cani

Il fuoco si sarebbe propagato dal locale delle caldaie, e sarebbe stato causato da un corto circuito di una delle macchine, probabilmente l\'idropulitore.

19/gen/2009 18.19.47 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Tragedia sfiorata a Banzola, vicino a Salsomaggiore, dove intorno alle due della notte di domenica è scoppiato un incendio nella proprietà di Germano Banzola e Silveria Perotti, entrambi agricoltori. Il fuoco si sarebbe propagato dal locale delle caldaie, e sarebbe stato causato da un corto circuito di una delle macchine, probabilmente l\`idropulitore. Ad avvertire i padroni di casa, che stavano dormendo insieme al figlio Eros di 5 anni, sono stati i guaiti dei loro quattro cani.

I danni ammonterebbero a oltre 50.000 euro. Silveria Perotti, ancora scossa dall\`incidente, racconta lo svolgersi dei fatti: “Verso le due abbiamo sentito i nostri cani che abbaiavano furiosamente, svegliandoci, e ci siamo insospettiti, anche perché sentivamo dei crepitii. Mio marito si è affacciato subito alla finestra, dove ha visto le fiamme e il fumo che provenivano dal locale delle caldaie. Ho preso mio figlio dal letto e siamo subito scappati fuori. Mio marito ha cercato di domare le! fiamme con un\`estintore, ma l\`incendio si era già propagato troppo. Abbiamo contattato i vigili del fuoco, che sono arrivati da Fidenza e da Parma, svolgendo un lavoro ineccepibile. A loro va il nostro grazie di cuore per il loro lavoro. Mio figlio non voleva allontanarsi perché il suo cagnolino era rimasto in casa: finché non l\`abbiamo recuperato non voleva andarsene. Siamo rimasti da mia madre tuttala giornata di domenica, anche perché non avevamo energia elettrica. Per fortuna avevamo installato una porta tagliafuoco che ha evitato che le fiamme si estendessero alla casa, ma i danni sono stati comunque ingenti, soprattutto nel locale delle caldaie. Ora torneremo a casa; dobbiamo davvero ringraziare i nostri cani, che hanno continuato ad abbaiare per avvisarci del pericolo. Ci hanno davvero salvato la vita”.


L\`intervento dei vigili del fuoco di Fidenza è stato supportato da una squadra di colleghi di Parma. I pompieri sono intervenuti tempestivamente sp! egnendo le fiamme e mettendo in sicurezza le caldaie, oltre a portare all\`esterno le masserizie, lavorando fino alle luci dell\`alba. Grazie al loro intervento, la casa colonica è già stata dichiarata agibile, l\`energia elettrica è stata ripristinata e ieri i coniugi sono potuti tornare nella loro casa.

Sono stati i quattro cani, che si sono messi ad abbaiare disperatamente, a svegliare i loro padroni e a salvarli dal rogo che era divampato nel locale attiguo alla casa colonica. L\`incendio, di vaste proporzioni, è scoppiato intorno alle due di domenica notte, a Banzola, nella proprietà dei coniugi Germano Banzola e Silveria Perotti, entrambi agricoltori.
Il locale cha ospita la centrale termo-idraulica è andato completamente distrutto. Il rustico è stato puntellato dai vigili del fuoco e dichiarato inagibile. Ad una prima stima i danni ammonterebbero ad oltre 50.000 euro.






Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl