Ravenna: l'Aaci disponibile ad ospitare i pointer di Guberti

28/gen/2009 13.44.28 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L\`Associazione allevatori cinotecnici italiani, attraverso il legale rappresentante Alberto Veronesi, ha depositato alla segreteria della Procura della Repubblica di Ravenna una comunicazione nella quale si offre la disponibilità a dare a proprie spese \"un\`adeguata accoglienza\" in strutture ed impianti a norma di legge ai 220 cani di razza pointer sequestrati lo scorso fine dicembre dal Corpo Forestale negli allevamenti di Campiano ed Osteria.

La notizia è stata riportata dall\`edizione di Ravenna de \"Il Resto del Carlino\". Veronesi ritiene che i cani sequestrati \"sono esemplari di particolare valore zootecnico per la razza pointer italiana ed europea\", evidenziando come tra gli esemplari sequestrati \"vi sono campioni pluripremiati, in tutti i più importanti concorsi nazionali ed internazionali\".

Il presidente dell\`Aaci ha inoltre sottolineato come il disagio in cui si trovano i cani posti sotto sequestro \"mette in grave pericolo\" la loro sop! ravvivenza, spiegando che si trovano in strutture \"inappropriate\" e \"affidati a soggetti che non dispongono della professionalità e delle risorse necessarie a prendere cura\".

A questo proposito l\`Associazione, che ha come \"scopo sociale e interesse primario la conservazione e la valorizzazione di tutto il patrimonio cinotecnico italiano\", si è resa disponibile \"ad ospitare i cani a proprie cure e spese per tutto il periodo del sequestro\", provvedendo anche al loro trasporto \"a proprie spese\".





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl