Cani randagi al rione Ferrovia Interviene lassessore Castiello

Cani randagi al rione Ferrovia Interviene lassessore Castiello L'Assessore comunale all'Ambiente, con delega alla salvaguardia e protezione animali, Enrico Castiello interviene sul problema del branco di cani randagi che da tempo girovagano al rione Ferrovia, ed in particolare dinanzi la stazione centrale.

29/gen/2009 15.09.32 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L’Assessore comunale all’Ambiente, con delega alla salvaguardia e protezione animali, Enrico Castiello interviene sul problema del branco di cani randagi che da tempo girovagano al rione Ferrovia, ed in particolare dinanzi la stazione centrale. Una questione sollevata in un articolo apparso domenica scorsa su “Il Sannio Quotidiano”, e che riguarda principalmente l’incolumità delle persone, che spesso anche di notte, si trovano dinanzi gli animali che corrono ovunque in modo incontrollato, inseguendo auto e motocicli.
“Per affrontare il delicato tema legato al girovagare di gruppi di cani per i quartieri della città e in particolare nel rione ferrovia - spiega in una nota Castiello -, lo scorso 23 dicembre, presso il settore Servizi sociali si è tenuto un incontro al quale ha partecipato la polizia ferroviaria, le associazioni ambientaliste e la dirigente del settore, la dottoressa Villanacci. In quell’occasione - spiega - si è appurato che il branco si rifugia spesso al! l’interno della stazione centrale per cui è stato chiesto, nel corso dell’incontro, un intervento tempestivo da parte della polizia ferroviaria affinché segnalasse la posizione del gruppo di animali che, precedentemente, vagavano anche nei pressi di via dei Longobardi, dove però – precisa l’assessore di Palazzo Mosti - nei mesi scorsi, alcuni esemplari sono stati già ricoverati, grazie a un intervento tempestivo, presso il centro cinofilo del Taburno, dove attualmente sono ricoverati circa 230 animali, con enorme aggravio di spesa pubblica. Quello del randagismo - continua - non è sicuramente un fenomeno facile da arginare. L’Asl e il settore Servizi sociali del Comune lavorano in perfetta sinergia per risolvere tale problematica, nonostante manchi ancora in città un ambulatorio veterinario per la sterilizzazione delle cagne, fondamentale per evitare l’aumento del numero di cani randagi”. Da tempo, infatti, l’assessorato all’Ambiente, insieme agli organi competenti, “si sta! adoperando affinché nasca tale struttura, di competenza dell’Asl”. < br>Castiello ricorda inoltre che grazie alla campagna “Adotta Fido in soli due anni c’è stata l’adozione di ben 110 cani”.
Tornando al problema di piazza Colonna e vie limitrofe, l’assessore all’Ambiente conclude affermando che “a breve, nonostante le molteplici difficoltà, si cercherà di tamponare il fenomeno randagismo presso il rione ferrovia con tutti i mezzi possibili a disposizione”.

Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl