Bari - Randagismo, riprendono le sterilizzazioni canine

Bari - Randagismo, riprendono le sterilizzazioni canine Riprendono le sterilizzazioni canine, che però saranno effettuate presso le strutture della Asl/Ba oppure in quelle accreditate, e non più nella clinica veterinaria a Valenzano.

11/feb/2009 18.05.34 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Riprendono le sterilizzazioni canine, che però saranno effettuate presso le strutture della Asl/Ba oppure in quelle accreditate, e non più nella clinica veterinaria a Valenzano. Lo ha reso noto Anna Dalfino, delegata del sindaco Emiliano all’Ufficio Diritti degli Animali (UDA).
Il prolungamento del programma è stato possibile grazie all’assegnazione di nuovi finanziamenti regionali.

In attesa del canile comunale, iscritto nel programma triennale delle opere pubbliche, le sterilizzazioni sono un’operazione fondamentale del Comune di Bari per la definitiva presa in carico del problema randagismo. “Dopo quasi un ventennio di assoluta indifferenza e di totale affidamento nella costante surroga delle associazioni di volontariato e dei cittadini baresi”, ha commentato Anna Dalfino, “possiamo affermare almeno, con documenti alla mano, che sono stati fatti dei passi in avanti”.

Le pressanti richieste delle associazioni coinvolte spingono per estendere gli inte! rventi anche ai gatti randagi e di cortile. Stesso discorso vale anche per la sterilizzazione dei cani ricoverati presso la Mapia, società convenzionata con il Comune di Bari, e per l’assistenza in caso di operazioni d’urgenza su animali investiti in incidenti stradali. “Sono tutte azioni necessarie”, ha dichiarato Dalfino, “come ad esempio la realizzazione, oltre che del canile municipale, dei rifugi da affidare in convenzione alle associazioni che in tutti questi anni hanno svolto concrete attività nei confronti degli animali bisognosi di aiuto”.

“Va dato atto al Sindaco Emiliano e all’Amministrazione tutta”, ha concluso, “di voler proseguire nel cammino di coerenza istituzionale e di sensibilità civica fin qui praticato, nel tentativo di allineare la città di Bari a più avanzate forme di convivenza urbana sostenibile tra essere umano e animale. Ma ci rendiamo conto che c’è ancora tanta strada da fare”.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl