Questo il racconto della mia prima esperienza con un tesoro salvato da un lager: Art e la sua odissea

Mi ricorderò per sempre di quando mi venivi incontro quando mi vedevi rientrare, quando cercavi le carezze di chiunque mi venisse a trovare, di quando vedevi il guinzaglio e facevi il matto perchè sapevi di uscire a spasso e della forza che hai avuto nel non lasciarti andare durante i terribili anni di reclusione che ti avevano trasformato in un fantasma.

12/feb/2009 16.06.54 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
7 giugno 2006
Da 2 settimane a questa parte è evidente che questo amore ci sta lasciando...forse è vecchio, forse è malato, forse è semplicemente stanco... stanco di tutto quel grigio intorno a sè, stanco di desiderare una carezza che non arriva mai, stanco di sentirsi infelice! Morirà così ... nell\`indifferenza e in silenzio... A meno che voi lo accogliate per le sue ultime settimane...

10 giugno 2006
Da martedi l\`husky è fuori dal canile!
Per ora è da noi in rifugio, l\`abbiamo portato dal veterinario per una super visita: ha circa 14 anni, soffre di artrosi e otite. A parte questo sembra rinato, non trema più quando cammina. L\`ho persino sentito ululare! In settimana lo portiamo a Milano per una prova d\`adozione, ma temo che il cane dell\`adottante non lo accetti.

20 giugno 2006
Artù, l\`husky depresso, che si era abbandonato alla vecchiaia e alla morte, finalmente sembrava aver trovato casa. L\`abbiamo portato a Milano ma una lite! col cane di famiglia l\`ha reso di nuovo un cane di nessuno! Artù tra ieri e oggi ha camminato più di quanto abbia fatto negli ultimi 4 anni, i movimenti sono meno scoordinati,la sua voglia di iniziare a vivere aumenta. Artù ha bisogno di movimento e di attenzioni solo per sè ... è stato troppo solo per poter condivedere l\`affetto del padrone con un altro cane. Con le persone ha un buon rapporto, cerca l\`amore che non ha mai avuto, lo pretende come è giusto che sia. Vuole andarsene con un bel ricordo di questo mondo grigio!

10 luglio 2006
Artù è ancora triste nel box … la vita sembra prendersi gioco di lui. Si era illuso di poter vivere un anno sereno e libero, invece nessuno sembra volergli dare la possibilità che non ha mai avuto in 14 tristissimi anni di non-vita!
29 luglio 2006
Artù è ospite presso una pensione con tanto verde (E DI QUESTO RINGRAZIAMO LE RAGAZZE DEL GRUPPO SPILLO), ma ancora non ha trovato la sicurezza e l\`amore che merita...!

13 agosto 2006
Finalmente una richiesta x Artù... l o accompagnamo in provincia di Mantova e quando arriviamo...Wow, che villa e che giardino immenso!! Artù inizia ad esplorarlo tutto ma sembra non finire mai, peccato che i 4 mini cani di famiglia non sembrino molto contenti dell\`intrusione... Mah, tentiamo.

16 agosto 2006
ECCO COSA SCRIVE ELEONORA, LA MERAVIGLIOSA RAGAZZA CHE HA DECISO DI DARE UNA POSSIBILITA\` AD ARTù:\"ciao ragazze,volevo dirvi che Artù sta bene,anzi... fin troppo!
si è innamorato di una delle mie cagnoline e x inseguirla fa delle belle corse,non si direbbe ke è un vecchietto!!
mangia tanto, si fa i suoi giretti e tanti pisolini! a volte cerca anke le carezze,gli piace stare in compagnia sia delle persone ke degli altri cani! vi manderò presto delle sue foto! ciao!

30 novembre 2006 ARTU\` COCCOLATO, GRAZIE ELEONORA
SPERIAMO CHE ARTU\`, DOPO 14 LUNGHI ANNI, NON DEBBA MAI + ESSERE UN CERCAFAMIGLIA!!
E GLI AUGURIAMO DI VIVERE ALTRI 14 ANNI LIBERO E AMATO!

!
- PURTROPPO IL DOLCISSIMO ARTù CI HA LASCIATI A FEBBRAIO 2008 -

09 febbraio 2008


Il mio Artù...eri arrivato così magro e schivo verso chiunque, poi ti eri trasformato in un Husky meraviglioso,pieno di forza e vitalità. Avresti voluto vivere correndo per esplorare tutto quello che negli anni passati rinchiuso non avevi potuto vedere.
Nonostante gli acciacchi e i problemi che hai avuto in questi 19 mesi in cui sei vissuto qui non ti sei abbattuto mai.
Mi ricorderò per sempre di quando mi venivi incontro quando mi vedevi rientrare, quando cercavi le carezze di chiunque mi venisse a trovare, di quando vedevi il guinzaglio e facevi il matto perchè sapevi di uscire a spasso e della forza che hai avuto nel non lasciarti andare durante i terribili anni di reclusione che ti avevano trasformato in un fantasma.
Spero di aver fatto almeno il minimo per te e che mi porterai nel tuo cuore come io porterò te.
Sei stato un esempio per me e per tut! ti quelli che ti hanno conosciuto.

Eleonora, non ti ringrazie remo mai abbastanza per aver ridato ad Artù la vita che gli era stata negata. Tu hai creduto in lui sin dal primo istante e lui ti ha ricambiata trovando la forza di continuare a vivere nonostante tutto, per te, per la sua famiglia.
Un abbraccio,
Le Muse















Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl