Novazzano - La storia di Orso e Gea: morto il loro padrone, cercano una nuova casa

Il loro padrone è morto giovedì scorso e ora, non avendo trovato ancora nessuno che voglia o possa tenerli con sé e dargli l\'affetto di cui hanno bisogno, si trovano alla pensione Il Mulino di Prudenza di Novazzano, gestito da Corinne Ferrari Fani.

14/feb/2009 19.35.04 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Orso e Gea sono rimasti soli. Il loro padrone è morto giovedì scorso e ora, non avendo trovato ancora nessuno che voglia o possa tenerli con sé e dargli l\`affetto di cui hanno bisogno, si trovano alla pensione Il Mulino di Prudenza di Novazzano, gestito da Corinne Ferrari Fani. Signora che, ci ha spiegato lei stessa, conoscendo il proprietario e avendo già tenuto questi due cani presso la sua pensione, si è resa disponibile a prendersi cura di loro. Fino a quando il Municipio di Stabio, che ha la competenza verso questi due animali (di 7 anni), non decide quale sarà il loro destino.


2 Foto Guarda:


\"Basta con le soppressioni\"
Offensiva animalista, prendendo spunto dalla storia di Orso e Gea, rivolgono un appello urgente al Governo: \"Chiediamo con forza e determinazione alla classe politica di intervenire, emanando una legge che proibisca la soppressione di animali domestici sani. Che il governo e il Gran Consiglio intervengano non solo p! er vietare razze o definirne altre pericolose, ma una volta tanto per salvare la vita a quello che dovrebbe essere il miglior amico dell\`uomo. Anche se tutti se ne dimenticano un po\` troppo spesso\".

Armando Besomi, Presidente della Società Protezioni Animali di Bellinzona, non appena venuto a conoscenza di questa storia (che tra l\`altro sta facendo il giro del Ticino grazie ad un appello lanciato verso coloro che, avendo una casa con giardino e amando gli animali, voglia adottarli), si è reso disponibile ad accoglierli presso il rifugio di Gorduno-Gnosca. \"La speranza però - ci spiega Ferrari Fani - è che qualcuno possa prenderli con sé prima di far subire loro un ulteriore trasferimento\".

\"Nessuno ha mai parlato di addormentarli\"

Offensiva animalista, non appena appresa la storia di Orso e Gea, si è subito attivata. La paura dell\`Associazione è che questi due pastori tedeschi possano presto venire uccisi, se non si trova loro una casa. \! "Come è possibile uccidere animali sani - scrivono gli animalisti - e che non hanno mai dato fastidio a nessuno? Peraltro dopo pochi giorni di permanenza? Ma se nessuno li adotterà, le civili norme che regolano il nostro vivere, porranno legalmente fine alla loro vita. È un atteggiamento che non fa certo onore al nostro Paese\".

Ma la proprietaria della pensione di Novazzano, quando le chiediamo quale sia il futuro di questi cani, ci risponde stupita: \"Nessuno ha mai parlato di addormentarli, almeno non con me\". Certo è che il futuro di questi due animali non sarà più roseo come lo era quando il loro padrone era ancora in vita e loro potevano correre liberi in mezzo alla campagna. A meno che qualcuno non sia disposto, come detto, a prenderli con sé. \"Chiunque voglia venire a conoscere Orso e Gea è il benvenuto\", dice la signora Ferrari Fani. \"Non sono cani facili, ma piuttosto \`selvaggi\`. Tuttavia sono buoni, non hanno mai fatto male a nessuno. Basta saperli prendere nella maniera giusta, con dolcezza\".

L\`appello dun! que è lanciato. Ora Orso e Gea attendono alla pensione Il Mulino di Prudenza di Novazzano qualcuno che abbia voglia di dar loro un giardino e soprattutto tanto affetto. Così come avrebbe voluto il loro padrone.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl