Perugia - Macellazione clandestina e cani senza microchip scoperti dal Nas

Perugia - Macellazione clandestina e cani senza microchip scoperti dal Nas Controllate a febbraio molte attività con numerose sanzioni si in provincia di Perugia che in quella di Terni.

06/mar/2009 18.01.36 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Controllate a febbraio molte attività con numerose sanzioni si in provincia di Perugia che in quella di Terni.
I carabinieri del Nas di Perugia hanno denunciato a piede libero tre persone per la macellazione clandestina di un bovino senza la prevista visita veterinaria.
La titolare di un negozio di animali e tre proprietari di cuccioli di cane sono stati anch’essi denunciati a piede libero in relazione ad alcuni esemplari messi in vendita nell\`esercizio commerciale senza microchip e prima dell\`età prevista dalla normativa.

Il mese i febbraio, ha visto il Nas eseguire numerose ispezioni igienico sanitarie ed amministrative.
Sono state comunicate all\`autorità amministrativa diverse violazioni per: irregolare gestione del laboratorio galenico di una farmacia di Perugia; omessa detenzione di sostanze obbligatorie previste dalla farmacopea ufficiale e mancata assicurazione della quantità minima prevista per alcune sostanze medicinali, a carico di una farma! cia di Orvieto.
Inoltre carenze nelle procedure di autocontrollo, in una casa protetta per anziani di Terni; per aver aumentato la capacità ricettiva di una struttura psichiatrica residenziale nella provincia di Perugia; carenze strutturali ed igienico sanitarie a carico di dodici ristoranti, pizzerie, bar, nove a Perugia e provincia, e tre a Terni e provincia, per scarse condizioni igieniche, per aver adibito a deposito alimenti due locali privi della necessaria autorizzazione, per inadeguatezza delle procedure di autocontrollo e per aver somministrato cibi precotti senza la prevista autorizzazione; carenza dei requisiti in materia di igiene e strutturali di una macelleria della provincia di Terni; carenza di requisiti strutturali ed igienici, omessa predisposizione dei sistemi di verifica delle procedure di autocontrollo e mancato adempimento degli obblighi di rintracciabilità in un oleificio di Spoleto; mancato accantonamento in luogo idoneo, di prodotti alimentari s! caduti, in un negozio di frutta e verdura di Perugia; mancata attuazio ne dei sistemi di rintracciabilità, con sequestro di 220 confezioni di capocollo stagionato a carico di un salumificio di Perugia; mancata attuazione del piano di autocontrollo in un industria dolciaria di Perugia.






Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl