Cani Randagi: Realacci, mandiamo all'estero cartolina da terzo mondo

18/mar/2009 13.19.34 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
\`\`Oggi numerosi giornali tedeschi riportano la notizia della turista tedesca aggredita dal branco dei cani a Scicli. Oltre alla tragedia e\` davvero una bella cartolina che arriva dal Bel Paese. Il fenomeno del randagismo e\` stato risolto con successo nei principali paesi europei, mentre l\`Italia manda un\`immagine degna di un paese del terzo mondo\`\`, lo afferma Ermete Realacci, responsabile ambiente del Partito Democratico. \`\`Quello che e\` accaduto in Sicilia e\` spaventoso\`\`, prosegue Realacci, \`\`non solo per il dramma umano, ma perche\` e\` inaccettabile che in paese civile ci siano ancora sacche di tale arretratezza. E\` gravissimo che da mesi, nonostante le ripetute segnalazioni di pericolo, nessuno abbia fatto niente per risolvere la situazione di quel branco di cani rinselvatichiti. E\` assurdo che, come spesso accade nel nostro paese, ci si attivi solo dopo che la tragedia e\` avvenuta e si corra ai ripari con metodi da far west, sparando a tutti cani ch! e girano per la zona. Quello del randagismo in Italia, e soprattutto nel sud di Italia, e\` un fenomeno grave che lede non solo i diritti degli animali, ma ha gravi ripercussioni sulle persone, sulla sicurezza stradale, sulla fauna selvatica, sull\`immagine stessa del paese. Il Governo deve intervenire con risorse e misure per contrastare una volta per tutte il fenomeno, anche con una campagna di forte sensibilizzazione e repressione in vista dell\`estate che come e\` noto e\` il periodo in cui gli abbandoni hanno un\`impennata\`\`.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl