Cremona - Uccisi e maltrattati: il gip ordina il sequestro del canile di Cremona

Cremona - Uccisi e maltrattati: il gip ordina il sequestro del canile di Cremona Ha esaminato gli atti dell'indagine sul Rifugio del cane e si è convinta che nel canile comunale di Cremona le presunte uccisioni degli animali avvenissero anche per mano di due volontarie.

18/mar/2009 17.01.03 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ha esaminato gli atti dell’indagine sul Rifugio del cane e si è convinta che nel canile comunale di Cremona le presunte uccisioni degli animali avvenissero anche per mano di due volontarie. Il gip Clementina Forleo lo ha evidenziato nel decreto con il quale ha convalidato il sequestro preventivo della struttura, eseguito, su ordine della Procura, dai carabinieri del Nas.

Nel provvedimento, il gip Forleo fa i nomi delle volontarie, ma è competenza della procura valutare se allargare la rosa degli inquisiti nell’indagine già aperta a carico di Maurizio Guerrini e Chetti Nin, presidente (poi dimessosi) e vice dell’Associazione zoofili cremonesi che attraverso una convenzione decennale col Comune di Cremona, gestiva il Rifugio. L\`accusa è di uccisione irregolare e «sistematica» di animali ed esercizio arbitrario della professione veterinaria, dal 2006. La terza indagata è la veterinaria dell’Asl, Michela Butturini, per omesso controllo.

Nata la scorsa estate d! all’esposto di Rosetta Facciolo, presidente a Cremona della Lega Nazionale per la difesa del cane, l’indagine è culminata nel sequestro al canile da parte dei Nas di 32 carcasse (30 di cani e due di gatti) messe in sacchi neri nella cella frigorifera.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl