Irpinia - Controlli in tutta la provincia per randagismo e maltrattamenti

29/mar/2009 20.15.44 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Su tutta la provincia, i Carabinieri del comando provinciale, dopo gli episodi di cronaca degli ultimi giorni che hanno portato alla ribalta il fenomeno ed al fine di tutelare gli animali da improduttivi maltrattamenti e salvaguardare quest’ultimi da comportamenti oltremodo crudeli, hanno iniziato una serie di controlli in canili e centri di addestramento per verificare le modalità di gestione di alcune aree devolute all’allevamento di razze canine ed accertare che le condizioni di vita degli animali siano rispondenti alle normative vigenti e che gli animali non subiscano inutili violenze.

A tale scopo i Carabinieri della compagnia di Baiano, coadiuvati da personale del servizio veterinario dell’Asl di Avellino e della Polizia Municipale di Avella questa mattina hanno effettuato un’ispezione all’interno di un’area adibita a canile nel Comune di Avella gestita da un pregiudicato sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale. All’interno dell’area,! i militari hanno trovato cinque cani, quattro dei quali classificati potenzialmente pericolosi, che vivevano in pessime condizioni igieniche in gabbie sporche e non idonee all’interno di un allevamento abusivo di polli e suini con totale promiscuità. A seguito del controllo il pregiudicato è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino per maltrattamento di animali e per conduzione di attività abusiva di allevamento, mentre i cani sono stati affidati in custodia ad un centro specializzato in provincia di Napoli per la verifica delle condizioni di salute e la custodia sicuramente in condizioni igieniche più idonee e certamente meno crudeli.
Attenzione al fenomeno del randagismo, invece, è stata posta dai Carabinieri della Compagnia di Montella che sono intervenuti a seguito di numerose richieste di alcuni cittadini sull’Altopiano del Laceno, nei pressi del comprensorio sciistico, dove era stata segnalata la presenza di un branco di cani randagi che si agg! irava tra le auto dei tanti turisti giunti per il week-end. Arrivati s ul posto sono dovuti intervenire per allontanare alcuni cani randagi che assediavano un parcheggio creando scompiglio tra alcuni turisti ed in particolare ad una bambina di 8 anni che si era avvicinata per giocare ma che poi, spaventata ha chiesto aiuto. L’intervento dei Carabinieri ha consentito di riconsegnare la minore, solo molto spaventata ma fortunatamente senza alcuna conseguenza, ai propri genitori. A questo punto i militari hanno dovuto attivare i servizi preposti alla delicata problematica del randagismo sia presso il Comune che presso l’Al Av1 di Ariano Irpino, competente per il servizio veterinario della zona.
Altro inquietante episodio, nel primo pomeriggio, nelle contrade intorno Paternopoli, dove un altro branco di cani randagi, spinto dalla fame, ha assalito i pollai di due masserie della zona, facendo strage di galli e conigli.
Lo stesso branco ha poi cercato di aggredire un’anziana pensionata, ma l’intervento dei Carabinieri della locale stazione, ! già in servizio per il controllo del territorio, è riuscito a metterli in fuga, disperdendoli per le campagne.

Le attività dei Carabinieri di Avellino per contrastare il pericoloso fenomeno del randagismo a seguito di questi episodi saranno maggiormente intensificate per vigilare sul rispetto delle norme legate alla custodia degli animali, per impedire che vengano abbandonati e trasformarsi così da amici dell’uomo in pericolosi predatori.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl