Troppi cani randagi, il sindaco: vanno abbattuti

La \"sanguinaria\" idea è venuta al sindaco di Soriano nel Cimino, Domenico Tarantino.

02/apr/2009 20.32.39 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Soriano nel Cimino - Provocatoria proposta del comune per arginare il fenomeno e diminuire le spese.
Troppi cani randagi. Vanno soppressi.
La \"sanguinaria\" idea è venuta al sindaco di Soriano nel Cimino, Domenico Tarantino. Preoccupato dalla quantità di randagi nel canile comunale. E soprattutto, dai loro costi di mantenimento.
Il Comune di Soriano, infatti, spenderebbe più per i randagi che per gli aiuti alle famiglie in difficoltà.
\"Dare vitto e alloggio ai senza padrone è costato 110mila euro nel 2009 - afferma il sindaco -. A fronte dei 22mila euro stanziati per le famiglie.
Il problema è stato affrontato durante il consiglio comunale straordinario del 25 marzo, che ha approvato all\`unanimità una bozza di proposta di legge da inoltrare ai parlamentari viterbesi\".
La terapia d\`urto è rapida e indolore.
Punto primo: accalappiare i randagi e custodirli in appositi canili a spese del ministero della Salute.
Punto secondo: sopprimerli qu! alora non vengano adottati entro 60 giorni.
Il tutto \"nella consapevolezza che le persone abbiano più necessità e diritto a una civile e dignitosa sopravvivenza\", come spiega il sindaco.
Tarantino, però, aggiunge anche che \"la richiesta è senza dubbio provocatoria\". Una specie di \"sassolino gettato nello stagno\" per suscitare una reazione ai piani alti.
\"Sarebbe auspicabile - continua il sindaco - provvedere, anche con uno stanziamento di fondi, ad arginare il fenomeno del randagismo, che grava in maniera disastrosa sui già magri bilanci comunali, nonché, di conseguenza, sulla collettività\".
Intanto, nello stesso consiglio del 25, il Comune ha sbloccato gli incentivi \"pro-adozione\". Chiunque adotterà un randagio ospite al canile avrà diritto a 250 euro, in due rate. La prima al momento dell\`adozione, la seconda trascorso un anno dalla stessa.


Qualche notizia in più attinta da testo pubblico:
Nato a Soriano nel Cimino il 06/01/196! 0, si candida la prima volta come consigliere comunale nel 1983 nella Democrazia Cristiana e viene subito eletto.

A distanza di due anni viene nominato capogruppo sia in Comune che in Comunità Montana dei Cimini.

Nella sua esperienza politica ha ricoperto più ruoli: delegato provinciale del movimento giovanile D.C., presidente dell\`Associazione Squadra Ecologica,Vice-Sindaco agli inizi degli anni novanta.

Il 13 maggio 2001 si candida alla guida di una lista di centro-sinistra allargata a Rifondazione Comunista e viene eletto sfiorando il 50% delle preferenze.

E\` stato nuovamente eletto Sindaco nelle consultazioni elettorali del 28 e 29 maggio 2006.

Nella vita privata lavora presso un istituto di credito della zona, è sposato e ha due bambine; ha avuto un trascorso calcistico minore, ama lo sport in generale e la musica: il suo ricordo più bello è fermo ad un concerto dei Genesis tenutosi ormai anni fa al Palaeur e ha un sogno, quello di riuscire a vedere suonare dagli Eagles Hotel California.
!
Spera di far crescere Soriano con l\`aiuto dei Sorianesi.



A voi i commenti... io sinceramente se inizio a parlare rischio la querela.

Luca Radici
AmiciCani







Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl