Taranto - Randagismo: comuni in causa

Taranto - Randagismo: comuni in causa Pochi canili, troppi cani.

04/apr/2009 21.18.10 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Pochi canili, troppi cani. Questo il dato notorio da cui scaturisce un fenomeno, quello del randagismo, in continua crescita. La presenza di cani è denunciata ovunque, in città come in periferia e gli ultimi fatti di cronaca (leggi aggressioni) hanno alimentato ansie e timori nell’opinione pubblica. Persino un Comune come Grottaglie, dove esiste un canile sanitario che ospita un numero di cani notevole, il ran¬dagismo resta un fenomeno ingestibile. Dal Comune, questa mattina, l’appello di amministrazione e Anpa (l’associazione che da anni gestisce il canile comunale), ai territori limitrofi non ancora provvisti di proprie strut¬¬ture. “Il nostro canile - fanno sapere dal Comune - è il fiore all’occhiello per la provincia di Taranto, per efficienza e per qualità del trattamento riservato agli animali. Purtroppo, però c’è da registrare il fenomeno del randagismo che è aumentato in questi ultimi anni, a causa dell’abbandono dei cani provenienti da molte zone limitrofe. Per tale! ragione, a volte gli sfrozi compiuti dall’amministrazione comunale e dal servizio veterinario vengono vanificati dalle inadempienze di molti altri Comuni che non sono dotati di canile sanitario, così come prescritto dalla legge”. Una lagnanza che anche in passato è finita sulle pagine dei giornali da parte, ad esempio, degli amministratori di San Giorgio. Anche qui, nei pressi del canile sanitario, vengono spesso ritrovate intere cucciolate. La legge prevede la sterilizzazione e la microcippatura dei cani, nonchè l’accalappiamento di quelli pericolosi. Ma con questo sistema si può assicurare una riduzione del fenomeno solo nel lungo periodo. Resta l’emergenza, per la quale le amministrazioni sono obbligate a fare qualcosa, se non altro perchè responsabili di quanto può accadere. I fatti successi nella provincia di Ragusa sono un esempio. Mancano i soldi. Questa la giustificazione degli amministratori che non si adeguano. Peccato, però, che non se ne accorgano prima, quando! agli elettori si presentano come i paladini di battaglie risolutive d ei problemi del territorio.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl