Cresce il numero di cuccioli abbandonati a Caltanissetta

Chi abbandona un animal e commette un grave reato e in base alla Legge 189/04 può essere punito con l'ar resto fino a un anno o con un'ammenda sino a 10.000 euro.

14/apr/2009 10.31.12 Ufficio Stampa L.I.D.A. Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
[COMUNICATO STAMPA]

Continua inarrestabile il crudele fenomeno degli abbandoni di cucciolate(spesso
nate da poche ore o giorni) nel Comune di Caltanissetta. Chi abbandona un animal
e commette un grave reato e in base alla Legge 189/04 può essere punito con l'ar
resto fino a un anno o con un'ammenda sino a 10.000 euro. Purtroppo chi abbandon
a un cane, un gatto o un'intera cucciolata sa bene che difficilmente sarà scoper
to, denunciato e condannato. Quest'assoluta ed arrogante certezza di non essere
puniti, consente persino che tale reato si consumi in luoghi dove mai si pensere
bbe di assistere al furto di un'auto o ad uno scippo come già successo in passat
o dinanzi al locale Comando di Polizia Municipale. Non ci si aspetterebbe neppu
re che reati di una certa gravità come l'abbandono di animali domestici, possano
essere commessi con una tale frequenza e molto spesso in pieno giorno senza ch
e nessuno si accorga di niente o denunci l'accaduto a Carabinieri, Corpo Foresta
le o Polizia.
Eppure tutto questo succede quasi ogni giorno nella nostra città. Numerosissime
le telefonate che giungono ai vigili urbani ed alle Associazioni animaliste che
ormai possono soltanto fornire dei consigli su come prestare assistenza agli ani
mali ritrovati. Spostandoli ad esempio in luoghi meno pericolosi di una strada a
d alta densità di traffico o l'interno di un cassone dell'immondizia dove rischi
erebbero di finire triturati insieme ai rifiuti e provvedendo, anche con la coll
aborazione dei volontari, alla loro cura e sostentamento in attesa che i cucciol
i raggiungano l'età minima per essere sterilizzati.
E' di oggi alle ore 16(13-04-2009) l'ultimo ritrovamento avvenuto su segnalazion
e di un cittadino al Nucleo prov.le della Lega Italiana per i Diritti dell'Anim
ale ed al locale Comando di Polizia Municipale che denunciava la presenza di cin
que cuccioli non ancora svezzati all'interno di una cassetta per gli attrezzi da
vanti un ambulatorio veterinario in via S.G.Bosco. Appena due giorni fa uno scat
olo con sette cuccioli veniva recuperato dai volontari L.I.D.A. davanti un noto
supermercato alla zona industriale. Cinque giorni fa due cuccioli ritrovati fra
un cumulo di sacchi della spazzatura in contrada Niscima e sei in viale della Re
gione vicino ad un cassonetto per l'immondizia. Due settimane fa altri tre cucci
oli nel quartiere Santa Flavia e quattro in contrada Prestianni. Il 3 Marzo scor
so nel piazzale antistante lo stadio comunale "Marco Tomaselli" sono stati addir
ittura 8 i cuccioli di appena 3 giorni di vita salvati da volontari ormai stanch
i e provati dalla strenuante attività portata avanti da più di un anno con grand
issimi sacrifici anche economici.
"Non siamo più in grado di sostenere questo stato di cose" ,dichiara Maria Carmi
sciano segretario L.I.D.A.
"La nostra Associazione fino adesso ha cercato di intervenire ogni volta che ve
ne sia stata necessità-continua il segretario L.I.D.A.- e trovato casa a quasi d
uecento cuccioli durante le frequentissime giornate del cucciolo organizzate nel
le piazze della nostra città ".
Ancora più dura la reazione del presidente Salvatore Colonna: "Siamo stati lette
ralmente ignorati. Non un solo servizio di controllo è stato effettuato sull'isc
rizione dei cani padronali all'anagrafe canina da parte delle Polizie locali. So
lo promesse cui purtroppo non è seguita una seria attività di contrasto al fenom
eno dell'abbandono. Eppure noi siamo ancora fermamente convinti che le autorità
competenti abbiano il dovere di attivarsi con estrema urgenza per dare un segnal
e forte a tutti coloro che non rispettano la legge procurando gravissime soffere
nze ad esseri viventi che non hanno voce per far valere i propri diritti. Anche
se a malincuore, è inevitabile a questo punto sospendere l'attività di recupero
di cani e gatti abbandonati fino a quando non riusciremo a dare in adozione i qu
arantadue cuccioli di cui ci stiamo prendendo cura. Continueremo invece a garant
ire assistenza legale a chiunque intenda denunciare abusi compiuti ai danni degl
i animali e a svolgere la nostra attività presso l'Ambulatorio Veterinario Comun
ale".
Chiunque fosse interessato ad adottare un cane o un gatto, diventare volontario
o guardia zoofila della L.I.D.A. o semplicemente sostenere i nostri progetti, pu
ò contattare l'Associazione telefonando al numero 334.2332583 o scrivendo all'in
dirizzo di posta elettronica: lidacaltanissetta@fastwebnet.it




L.I.D.A. Lega Italiana per i Diritti dell’Animale “ Onlus (Nucleo Provinciale C
altanissetta)

Iscritta al numero 76 della sezione “B” dell’Albo delle Associazioni per la pro
tezione degli animali di cui all’art. 19 della L .R. n. 15/2000

Iscritta al numero 1073 della sezione “D” del Registro regionale delle organizz
azioni di volontariato di cui all’art. 6 della L .R. n. 22/1994

Cod. fiscale: 92048100850 Tel.+Segr.tel.: 334.2332583 Fax: 0934.5
94572

E-mail: lidacaltanissetta@fastwebnet.it Web: www.lidasicilia.netsons.org


IBAN: IT42P0316501600000701000580 c/o IWBANK S.p.A . / Via Cavriana, 20 20134-
Milano

Questo messaggio è inviato in osservanza della legge sulla PRIVACY - D. Lgs. 30/
06/2003, n.196 - Codice in materia di protezione dei dati personali.Gli indirizz
i e-mail verranno utilizzati esclusivamente per i servizi informativi della L.I.
D.A. Caltanissetta e non verranno assolutamente resi visibili nelle liste di dis
tribuzione né, tantomeno, saranno utilizzati e diffusi presso terzi. L'utilizzo
degli indirizzi di posta elettronica da parte della L.I.D.A. Caltanissetta, non
si configura come trattamento dei dati personali in quanto vengono utilizzati an
onimamente o con modalità che non ne permettano l'identificazione. Se non deside
ri ricevere più nostre informazioni rispondici scrivendo nell'oggetto"RIMUOVI”

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl