On. Gianni Mancuso - Modifiche alla L.281/91 in materia di animali d'affezione e prevenzione del randagismo

Gianni Mancuso è stato nominato relatore del provvedimento in oggetto e manifesta soddisfazione per l\'inizio di un percorso che porterà ad una sintesi tra l\'aggiornamento della L. 281/91 ed il riordino di altri temi relativi al rapporto uomo - animale.

27/apr/2009 09.33.47 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L\`On. Gianni Mancuso è stato nominato relatore del provvedimento in oggetto e manifesta soddisfazione per l\`inizio di un percorso che porterà ad una sintesi tra l\`aggiornamento della L. 281/91 ed il riordino di altri temi relativi al rapporto uomo - animale.
In effetti la legge 281/91, legge quadro in materia di animali d\`affezione e prevenzione del randagismo, pose il nostro Paese all\`avanguardia nel riconoscimento di regole e principi destinati a consolidarsi nella cultura e nel sentire comuni.
Nel tempo, questa legge, ha tuttavia mostrato alcuni limiti, non tanto in ragione della naturale evoluzione normativa degli ultimi 18 anni, quanto in ragione di una applicazione disomogenea, dispendiosa e spesso inefficace della legge stessa.
I gravi e tragici episodi verificatisi recentemente nel randagismo hanno dimostrato un buco nella rete di contenimento del randagismo.
Analogamente il grave sisma che ha colpito l\`Abruzzo, oltre agli ingenti danni alle per! sone ed alle cose, ha evidenziato una lacuna nella gestione del randagismo; infatti la sola ASL de l\`Aquila conta 4.000 cani randagi, la cui gestione è andata ad appesantire l\`emergenza veterinaria.
Uno degli obiettivi principali della L.281/91 risiede nella regolamentazione dei rapporti uomo - animale - ambiente, tenendo presente da un lato la tutela della salute pubblica e dall\`altro il mantenimento del benessere animale, con il fine comune della prevenzione del randagismo. Non si può tacere oltre circa la più grande conseguenza di un\`applicazione parziale della L. 281/91 e cioè il business dei canili, che ha portato alla situazione di cani che passano buona parte della propria vita in queste strutture, addivenendo così al \"canile come fine\" e non al \"canile come mezzo\", in vista dell\`eliminazione del randagismo in una futura società più matura e consapevole.
Troppo spesso si apprende dai mass media che, specialmente nel meridione, esistono canili lager, ! che offendono la sensibilità della gran parte degli italiani e proiett ano una immagine distorta del nostro Paese nel mondo.

La Segreteria dell\`On. Gianni Mancuso



Segreteria dell\`On. Gianni Mancuso
Tel. 0321.624225 - Fax 0321.626303
Vicolo della Caccia 6, 28100 Novara
www.giannimancuso.it - mancuso_g@camera.it





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl