Treviso - Cane torturato con gli elettrodi. Multa da 10.000 euro ai proprietari

Multa da 10.000 euro ai proprietari Diecimila euro di multa ai due proprietari di un cane al quale veniva fatto indossare un collare con elettrodi da 6 volt.

29/apr/2009 17.57.19 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Diecimila euro di multa ai due proprietari di un cane al quale veniva fatto indossare un collare con elettrodi da 6 volt. Ha inflitto una pena ben più pesante di quella richiesta dalla pubblica accusa, ieri, il giudice Angelo Mascolo del Tribunale di Conegliano a Giorgio e Giulia Bortolotto, vittoriesi rispettivamente di 56 e 28 anni.

I due dovevano rispondere di maltrattamenti in concorso ad animale. Secondo l’accusa loro rivolta, avrebbero applicato a un cane di razza spitz un collare munito di elettrodi in grado di produrre scosse della potenza di 6 volt. Ieri nel dibattimento ha testimoniato la veterinaria Paola Fossati, alla quale un cliente portò in osservazione il cane, che era stato trovato lontano dalla sua abitazione. La professionista ha riferito che lo spitz le venne portato privo di collare, ma con lesioni al collo e fuoriuscita di pus e uno stato generale di frustrazione.

In precedenza, il giudice aveva appurato, sentendo le parti, la pacifi! cità del fatto che il cane era stato dotato di quel tipo di collare, che è stato inserito nel fascicolo come corpo del reato e mostrato alla teste.
Dopo la testimonianza della dottoressa, il giudice ha escluso dal dibattimento gli altri testi (molti dei quali della difesa) convocati all’udienza di ieri (tra di essi il veterinario e consigliere comunale Antonio Miatto e un’agente della Polizia Locale di Vittorio Veneto) e invitato le parti a concludere.

Il pubblico ministero ha chiesto che i due imputati fossero condannati a pagare 2mila euro di multa a testa, mentre la difesa ha ricordato che il collare è oggetto di libera vendita (ne è quindi vietato l’abuso, non l’uso) ed ha l’obiettivo di evitare la fuga dei cani: quello dei Bortolotto era già scappato un paio di volte, ha riferito la difesa, e nel caso esaminato ieri è stato ritrovato senza collare e diverso tempo dopo la fuga. Motivi per i quali la difesa ha chiesto il proscioglimento dei due imputati, ch! e il giudice Mascolo ha invece condannato in primo grado a pagare 5mil a euro di multa a testa oltre alle spese processuali. Con ogni probabilità i Bortolotto ricorreranno in appello.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl