Comunicato congiunto ARKUS e AmiciCani - Cicerale: davvero una vittoria???

\"CICERALE KAPUT\" Ben conscienti che qualcuno non digerirà questo messaggio, l\'Associazione ARKUS non può tuttavia esimersi dal fare degli approfondimenti seri su quanto è successo.

07/giu/2009 15.02.13 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

\"CICERALE KAPUT\"
Ben conscienti che qualcuno non digerirà questo messaggio, l\`Associazione ARKUS non può tuttavia esimersi dal fare degli approfondimenti seri su quanto è successo.
Sia ben inteso: la notizia del ritiro, da parte del Comune di Cicerale, di tutte le autorizzazioni sanitarie al Canile Ciceralensis Oasi di San Leo (che nel proseguo verrà denominato \"Inferno\") del Sig. (!!!) Cafasso non può essere accolta che con grande soddisfazione. Possiamo dire \"FINALMENTE!!!\".

Ma, domandandoci DOV\`ERA IL COMUNE DI CICERALE FINO AD OGGI (!!!), l\`euforia scaturita da questa pur bellissima notizia non cancella l\`amarezza (che personalmente non ci lascia mai. QUESTO noi non riusciamo a digerire!) del ricordo di quelle centinaia di poveri animali che dal 16 Dicembre 2008 (piu\` di cinque mesi fa!), grazie ad un primo \"mezzo-sequesto burla\", sono stati uccisi BRUCIATI VIVI all\`interno dell\`Inferno per ....velocizzare la sistemazione di quanto segnala! to dai NAS che il P.M. Renato Martuscelli Sostituto Procuratore della Rep. di Vallo della Lucania ha rubricato come segue: \"......Per quanto, invece, attiene all\`ipotesi di reato per maltrattamento che compromette il benessere fisico dei cani, questa è oggetto di ulteriori accertamenti del reato\".
All\`epoca l\`unica contestazione accertata fu: \"....Scarichi delle acque meteoriche miste a deiezioni recapitate direttamente nel torrente sottostante, in quanto non esistono impianti di canalizzazione\".

Chi volesse conoscere i particolari dell\`epoca può rileggere o richiedere la nostra relazione del 24 Febbraio 2009, che, sappiamo, ha provocato risentimenti, mugugni, boicottaggi da parte di altri animalisti-zoofili protagonisti. Ma i tentativi di screditamento sono evidentemente falliti. Tant\`è che OGGI viene confermato da più parti IN TOTO quanto da noi denunciato.

Noi vi diciamo: \"NON ABBASSATE LA GUARDIA\". Questa che stiamo vivendo è una guer! ra pluriennale e quelle che abbiamo vinto, sono battaglie, importantis sime, ma solo battaglie.
Fino all\`anno scorso, in verità, disperavamo di arrivare fino a dove siamo arrivati oggi.
Grazie al Sottosegretario On. Martini ci ERA tornata la speranza, la sensazione che non tutto era perduto.
Diciamo \"CI ERA\" perchè ora non ne siamo più sicuri! Troppa burocrazia davanti ad una tragedia che avrebbe dovuto essere presa e rivoltata come un calzino SUBITO, SENZA INDUGI, COL POTERE CHE LA POSIZIONE CONSENTE. Troppe azioni iniziate \"con la grancassa\", con promesse, assicurazioni, annunci su giornali, in TV, troppo marketing, troppi paggi di corte e poi? Passano mesi (intanto i cani muoiono!) e poi, dopo mesi, ti rendi conto che o certe azioni sono finite li\` come sono iniziate, con il loro cumulo di promesse non mantenute e col dolore rinnovato e peggiorato di chi era stato illuso, o si esce, nuovamente in modo roboante, con una notizia come questa: CICERALE KAPUT!

KAPUT????

Ma tutti quegli animalisti che diffondo ! la notizia gongolanti si pongono, qualche volta, delle domande o seguono il gregge, come le pecore (chiedendo anticipatamente scusa alla pecore)??????

1) I NAS, che OGGI hanno posto sotto sequestro l\`Inferno di Cafasso per \"gravi irregolarità di natura igienico-sanitaria e per maltrattamento degli animali in esso ricoverati\", sono gli stessi NAS che IERI avevano accertato SOLO uno scarico irregolare, mentre il reato sui maltrattamento era ancora un\`ipotesi!!!
Che cosa sarà cambiato? Forse che \"il fiato sul collo\" cominciava a farsi più intenso e vogliono buttare fumo negli occhi?? Fino a ieri guardavano da tutt\`altra parte....
2) L\`INFERNO oggi è chiuso, sì, ma con Cafasso ANCORA DENTRO ED ANCORA PADRONE!
CAFASSO ha licenziato i suoi tre collaboratori extracomunitari, perchè denunciato anche per il loro sfruttamento (per un tozzo di pane ed un porcile come giaciglio vivevano in una condizione disumana). Quindi lui è là dentro ed ancora una v! olta la sorte di centinaia di cani è rimasta nelle sue mani.
3) L E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO che se ne occupavano (due o tre, perchè ...le altre \"accreditate\" se ne sono ben guardate dall\`ENTRARE e lavorarci!) sono state estromesse, abbandonate dalle istituzioni che avevano dato loro speranza appunto,e - sfiancate - messe in condizioni di dare forfait anche solo per gridare aiuto!

MA CHE CAVOLO DI DECISIONE E\` QUESTA TRIONFALMENTE DIFFUSA SUL WEB, COMUNICATA AI GIORNALI? CHI STA BADANDO AI CANI SUPERSTITI? CHI dà loro cibo, e le cure, le medicine? CHI controlla che IL FORNO non riprenda la sua \"ATTIVITA\` assassina\" ????
Che non ci si venga a dire che esiste un regolare distributore del cibo (le medicine sono \"off limit\").
Sappiamo che il cibo distribuito è poco, quindi: o i cani sono diventati 200/300 (e poi ne parliamo) o il cibo è razionato tra i cani superstiti, già al limite dello stremo.
Il RUP, Ufficio Tecnico del Comune di Cicerale, responsabile della messa in atto delle disposizioni del Comun! e, ci dica CHE COSA STA FACENDO IN CONCRETO PER LA SALVEZZA DEGLI ANIMALI!

UNA DELLE PRIME ASSERZIONI DELL\`ON. MARTINI SU CICERALE FU: PROMETTO CHE PERSEGUIRO\` IN TUTTE LE SEDI, FINO IN FONDO, TUTTI COLORO CHE, A QUALSIASI LIVELLO SIANO, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, HANNO PERMESSO QUESTO SCEMPIO. CICERALE DIVENTERA\` L\`ESEMPIO DI COME COLORO CHE VOGLIONO ARRICCHIRSI E SPECULARE SULLA VITA DEGLI ANIMALI NON AVRANNO FUTURO.
ERA IL 16 DICEMBRE 2008. DALL\`EPOCA - PERMETTENDO IL PRIMO SEQUESTRO BURLA , LASCIANDO CAFASSO AL SUO POSTO - SONO STATI UCCISI ALMENO 800/900 CANI. LE ADOZIONI, RISPETTO ALLA NECESSITA\`, SONO STATE MINIME. D\`ALTRONDE I VOLONTARI E GENEROSI ANIMALISTI MICA POTEVANO PRENDERSI SULLE SPALLE LA RERSPONSABILITA\` DI UN\`ADOZIONE DI MASSA....

ORA CHIEDIAMO, E SPERIAMO IN UNA RISPOSTA, DIRETTAMENTE ALL\`ON. MARTINI:
A) CI CONFERMA CHE DAVVERO SARA\` FATTA GIUSTIZIA NEI CONFRONTI DEI RESPONSABILI DI TANTA CRUDELTA\`?

! B) E\` A CONOSCENZA DI QUANTI CANI CI SONO OGGI LA\` DENTRO? QUALI COM UNI HANNO GIA\` RITIRATO DEI CANI E DOVE LI HANNO PORTATI? E DOVE SONO ANDATI A FINIRE GLI ALTRI CANI? FORSE A CIRO\`, ALTRO CANILE A NOME CAFASSO???? IN ALTRA SEDE PARLEREMO DEGLI ALTRI CANILI DI CAFASSO.

C) CAFASSO, QUANDO VERRA\` ESTROMESSO DAVVERO (POSSIBILMENTE OSPITATO NELLE PATRIE GALERE), INTERDETTO AD OGNI ATTIVITA\` CON GLI ANIMALI?

NEL FRATTEMPO IL DR. NESI, DIRIGENTE BENESSERE ANIMALE -SETT. VETERINARIO DELL\`ASL. SALERNO 3 (VI DICE QUALCOSA?) SI PRESENTA ALLE ELEZIONI PROVINCIALI CON MPA

......CHE SIA UNA CHIAVE DI LETTURA?

Eva Bertolini
Presidente
ARKUS, UnCane, UnAmico

Luca Radici
Presidente
AmiciCani - Associazione di aiuto, protezione, tutela e salvaguardia per i cani di tutta Italia






Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl