Roma - Animali, legalit e sicurezza

12/giu/2009 20.42.08 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Lineamenti di politica criminale e strategie operative.
Sala ex Hotel Bologna - Senato della Repubblica,
Via Santa Chiara 4 (Pantheon), Roma.
Lo sfruttamento criminale degli animali si afferma sempre più prepotentemente come problema di sicurezza. Alcuni business, come quelli legati alle corse clandestine di cavalli, ai combattimenti tra animali o all’abigeato, come accertato in sede giudiziaria, suscitano gli appetiti anche dei più pericolosi sodalizi criminali.
Nel 1999 la LAV ha istituito l’Osservatorio Nazionale Zoomafia, una struttura finalizzata all’analisi criminologica dello sfruttamento degli animali da parte delle organizzazioni criminali. L’Osservatorio - che rientra a pieno titolo fra i sistemi di controllo informale della criminalità - è nato dall’esigenza sempre più crescente di analizzare e studiare in modo sistematico tale fenomeno e individuarne i possibili sviluppi. La fenomenologia dei vari filoni della zoomafia come la cinomachia, le cors! e clandestine di cavalli e le infiltrazioni malavitose nell’ippica, l’abigeato, la macellazione clandestina e le adulterazioni alimentari, il business dei canili e il traffico di cani, il contrabbando internazionale di animali, il bracconaggio e il traffico di fauna selvatica, la pesca di frodo e il controllo criminale di mercati ittici, è stata analizzata e classificata al fine di proporre strategie di contrasto. L’Osservatorio Nazionale Zoomafia collabora con tutti gli organi di polizia giudiziaria e con la magistratura. Pubblica annualmente il “Rapporto Zoomafia”. Il Rapporto, che è alla sua decima edizione, nasce dall’utilizzo di diverse metodologie: analisi delle statistiche di massa, investigazioni individuali, ricerche settoriali, ricerche storiche, analisi comparata dei dati forniti dalle Forze dell’Ordine e quelli dell’archivio LAV e delle fonti giornalistiche.
Grazie alla nostra analisi, il neologismo “zoomafia” è entrato ufficialmente nel vocabolario della li! ngua italiana: “settore della mafia che gestisce attività illegali leg ate al traffico o allo sfruttamento degli animali”.

Il Convegno sul Decennale dell’Osservatorio Nazionale Zoomafia promosso da LAV e Intergruppo parlamentare animali vuole essere un confronto tra operatori del diritto, criminologi, appartenenti alle forze dell’ordine e alla magistratura al fine di analizzare il bagaglio informativo sul fenomeno finora raccolto, le iniziative intraprese e individuare possibili percorsi di contrasto.

Programma provvisorio

ore 9:00-13:00

Giuseppe Bianco, magistrato
Donato Ceglie, magistrato
Maria Rosaria Esposito, V.Q.A. Forestale, CFS
Pino Maniaci, direttore Telejato
Gabriella Stramaccioni, coordinatrice nazionale di Libera
Vincenzo Stabile, comandante provinciale CFS Napoli
Ciro Troiano, resp. Osservatorio naz.le Zoomafia

Introduzione di Gianluca Felicetti, presidente LAV

Partecipano inoltre rappresentanti delle Forze dell’Ordine, della magistratura, della Commissi! one parlamentare sul fenomeno mafioso, delle associazioni ambientaliste.

Nell’ambito del Convegno sarà presentato il “Rapporto Zoomafia 2009”.

E’ necessaria la prenotazione della partecipazione entro il 16 giugno 2009 a:
c.troiano@lav.it tel. 06.4461325

Per accedere alla Sala del Senato è obbligatorio un documento di riconoscimento e, per gli uomini, giacca e cravatta.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl