Perugia - Il Sindaco risponde alle polemiche sull'affidamento ai tedeschi

15/giu/2009 20.20.15 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Continua a far discutere l\`affidamento della gestione del canile di Ponte Rosso all\`associazione tedesca Pro Animale. Una decisione che, almeno per il momento non ha nulla di definito, secondo quanto afferma il sindaco di Assi Claudio Ricci. - Per la gestione l\`amministrazione - afferma il sindaco in una sua nota - sta valutando la soluzione e, quindi, gli allarmismi preventivi sono ingiustificati (anche perchè i gestori comunque, dovranno dimostrare di avere i titoli richiesti dalla legge) - La paura è stata sollevata per una serie di motivi. Il primo è dettato dalla legislazione in materia che prevede l\`affidamento del canile ad un\`associazione che non risulterebbe iscritta nel registro regionale delle associazioni che possono operare in Umbria. Inoltre è fitto il legame dell\`associazione con la Germania e, secondo l\`Enpa nazionale, alcuni animali da Ponte Rosso potrebbero essere trasferiti in altri canili tedeschi per essere successivamente affidati a persone del p! osto. Non solo. Sempre secondo l\`Enpa starebbero per partire 40 cani mentre la normativa europea prevede che i cani che escono da un Paese devono essere intestati ad una persona e che debbano avere un passaporto. Inoltre si può iscrivere solo un massimo di 5 cani alla stessa persona. A parte questo, il problema maggiore è la mancanza di certezza sul destino dei cani una volta arrivati in Germania, visto che è difficile controllare lo stato dell\`adozione, come previsto da una circolare del ministro della Sanità. Intanto, ha rassicurato il sindaco, stanno andando avanti i lavori per ultimare il canile e per renderlo sempre più accogliente.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl