L'uomo e l'animale: quale rapporto?

A 20 anni dalla L.281/91 in materia d'animali d'affezione e prevenzione del randagismo: il mezzo bicchiere pieno Galleria delle Conchiglie - Villa Contarini, Piazzola sul Brenta (PD) Sabato 3 ottobre 2009, ore 9.00 - 13.00 Facendosi interprete di una nuova, diffusa sensibilità, il 14 agosto 1991 il Parlamento italiano licenziava (votandola all'unanimità) la Legge-quadro 281/91 "in materia di animali d'affezione e prevenzione al randagismo".

30/set/2009 10.27.04 Silvia Campagnolo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A 20 anni dalla L.281/91 in materia d'animali d'affezione e prevenzione del randagismo: il mezzo bicchiere pieno

Galleria delle Conchiglie - Villa Contarini, Piazzola sul Brenta (PD)

Sabato 3 ottobre 2009, ore 9.00 - 13.00

Facendosi interprete di una nuova, diffusa sensibilità, il 14 agosto 1991 il Parlamento italiano licenziava (votandola all’unanimità) la Legge-quadro 281/91 “in materia di animali d’affezione e prevenzione al randagismo”. La Regione Veneto (L.R. 60/93 ) era tra le prime a recepire i contenuti di una normativa che, segnando un netto cambio di tendenza (es.: con la non soppressione dei cani abbandonati!), collocava l’Italia tra i primi Paesi nel mondo in termini di sensibilità zoofila.
A quasi 20 anni dalla storica Legge, che investe decine di milioni di individui (si calcola la presenza di un animale d’affezione ogni 3, 4 persone), una domanda s’impone: quale cammino è stato fatto? Il confronto che riunisce attorno ad un tavolo alcuni dei maggiori esperti sul tema del rispetto di ogni vita, nel quadro di un corretto rapporto con l’ambiente, si connota per il taglio positivo, intendendo segnalare soprattutto le cose belle, i casi di successo registrati in quasi quattro lustri, insomma il “mezzo bicchiere pieno”.
Dalle parole ai fatti: nell’ultima parte il Convegno si sposterà nel vicino Parco zoofilo “San Francesco” di Piazzola sul Brenta (Pd) per la visita guidata ad un Rifugio che inserisce il fine dell’accoglienza degli animali abbandonati in una più ampia visione di spazi e di elementi naturali, dando vita ad un’opera che è meta continua di visitatori e che la stessa Regione Veneto ha dichiarato “tra le più significative sul piano edilizio, sociale e culturale, oltretutto ponendosi come esempio concreto di complementarietà di azioni e di iniziative tra Pubblico e Privato sociale”.

>>Scarica il volantino pdf<<

PROGRAMMA
- Prima parte -

09.00 Saluto delle Autorità
DINO CAVINATO, Fondazione G.E. Ghirardi
FRANCO FRIGO, Consigliere Regione Veneto
FRANCESCO BENAZZI, Direttore Generale ULSS 15 Alta Padovana
RENATO MARCON, Sindaco della Città di Piazzola s/B
ALBERTO GIAMOSA, coordinatore Lega Nazionale per la
difesa del Cane

09.15 Presentazione del Convegno
VITTORINO CENCI, Consigliere Regione Veneto, estensore della
proposta di modifica della Legge Regionale del Veneto 60/93

09.30 “Laudato sie mì signore cum tucte le tue creature: peruna visione francescana del Creato”
Padre TECLE VETRALI, francescano , Preside Istituto Teologico di Venezia

10.00 La L. 281/91: il cammino di una storica legge in materia d’animali d’affezione. Realtà e prospettive
LAURA ROSSI, presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane

10.30 Verso la riforma della L. 281/91
On. FRANCESCA MARTINI, sottosegretario alla Sanità, autrice del disegno di legge “Tutela degli animali d’affezione, prevenzione e controllo del randagismo” di modifica della L. 281/91

11.00 Dibattito - coffee break

Introduce e coordina: GIOVANNI TONELOTTO, giornalista

- Seconda parte -

11.45 VISITA GUIDATA al vicino “PARCO ZOOFILO SAN FRANCESCO” di Piazzola sul Brenta, considerato realtà “modello” nella applicazione della L. 281/91

 

L'evento è aperto a tutti. Ingresso libero.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl