LA RISPOSTA ASL LODI SU BRICIOLO, PROT 026/00

10/ott/2009 15.40.05 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
N.B. I documenti allegati all\`articolo sono troppo grandi per essere caricati su questo sito. Chiunque li voglia visualizzare può linkare la fonte della notizia.



Sorpresona grande, oggi, quando il citofono è stato premuto dal portalettere!
-Signora, c\`è una raccomandata da firmare!-
La raccomandata RR in oggetto era la tanto attesa risposta dell\`ASL di Lodi sulla morte di Briciolo.
Ma le sorprese non finiscono mai, perchè una volta aperta la busta e letto l\`allegato sono rimasta di sasso.
Tre righe in numero.
Questo è il testo:

Egr. Sign.
Tiziana Paghini -vabbè, ovviamo semmai sul fatto che sarebbe stato più carino scivere Gent. Sign.ra...-

Ad evasione dalla Sua si comunica che il cane in oggetto è deceduto in data 15 Dicembre 2008, come da certificazione archiviata presso codesta Asl.
A disposizione per ulteriori chiarimenti
Distinti saluti

Il Responsabile del servizio Dott. Giancarlo Vincenzi!

Il responsabile del procedimento -nessuna firma!- Dott.ssa Silvia Biggioggero


Ora, forse non sono stata chiara nelle 9 pagine di fax costato una cifra e spedito il 3 Ottobre u.s. alle ore 16:31.
A parte che non ho visto nessun certificato di morte dell\`animale come si evince esserci in archivio Asl Lodi.
Quando, dove, come e perchè il cane in oggetto è morto? A che ora? In che maniera? Cause naturali e/o è stato soppresso? E se fosse quest\`ultima ipotesi, perchè e in quale maniera?
DOVE DIAVOLO E\` IL CERTIFICATO DI MORTE DEL CANE???
Parlo italiano o serve un traduttore? A me pare di essere stata molto chiara nella lettera accompagnatoria all\`Asl di Lodi!
Oltretutto, dove sono in chiarimenti sul fatto che il canile di Zelo Buon Persico nega tenacemente che questo animale sia mai stato ospite nella loro struttura sia nel primo passaggio, ovvero da metà del 2000 fino alla fine 2002 massimo inizi 2003?
Perchè stando ai documen! ti già pubblicati sui miei siti, conformi in toto agli originali e con tanto di busta e data, il Dott. Novazzi sostiene che a Zelo Buon Persico, Briciolo ci ha rimesso le penne, ergo, come mi è stato riferito dall\`Enpa di Pavia, il cane ha fatto un passaggio alla Pandina di Villanterio, salvo poi, quando il proprietario ha perso la gara di appalto, ritornare verso la metà del 2008 a Zelo Buon Persico. Facciamo anche la puntualizzazione doverosa che in quel periodo l\`Enpa di Pavia non era ancora entrata a tutti gli effetti nel canile La Pandina, perchè vi fece il suo ingresso tra la fine del 2008 e del 2009.
Tuttavia dalle molteplici telefonate a Zelo, nonostante alla struttura io abbia fatto presente il numero di tatuaggio e di microchip, il povero Briciolo lì non ci è mai arrivato né nella prima fase, né nella seconda. Chi sta mentendo e cosa si sta nascondendo sotto questa storia? Storia che è solo un esempio, perchè questo cane di nessuno -ma proprio di nessuno!- è solo un piccolo, infinitesimale esempio di altri animali che hanno avu! to la stessa sorte. Mi hanno -secondo loro!- accontentato con tre righe buttate di getto. Strano anche il fatto che c\`è il protocollo del documento inviatomi dall\`Asl Lodi riporti proprio come data il 2 Ottobre u.s., ovvero la data in cui io telefonai a Lodi per avere chiarimenti. Che velocità! Rimane anche da chiarire un altro fatto di estrema importanza: il cane è deceduto da quasi un anno, almeno stando alle fonti eccellenti, però sia il tatuaggio che il microchip risultano essere ancora presenti nell\`Anagrafe canina Regionale e Nazionale.
Si sono dimenticati di toglierlo?
Caspita, a volte troppi cani da \`trattare\` possono creare davvero confusione. Un pò come il fatto che lo stesso cane morto e stramorto è stato presente fino ad Agosto nel sito Asl Pavia Cani. Anche quella una dimenticanza?
Per farla breve, se non mi accanivo, assieme alla mia amica Alma Galli nel voler prendere questo cane ed adottarlo, nessuno avrebbe mai saputo nulla.
Un mattino,! dopo aver letto e riletto decine di strazianti appelli in internet su questa creaturina, Alma ed io decidemmo un\`adozione congiunta. Avremmo preso il cane e semmai non si fosse integrato da nessuna delle due -considerato mordace...sarà vero?- lo avremmo a spese nostre fatto seguire da un comportamentalista animale ed avremmo deciso se poteva rimanere in una famiglia con altri animali o essere stallato in una pensione di lusso. Ovviamente sempre a spese nostre così come nostro sarebbe stato l\`impegno di seguirlo sempre, fino alla fine della sua triste, miserrima vita.
Se entrambe non ci fossimo accanite per la verità, se io non fossi così testarda da pretenderla tutto si sarebbe mosso nella totale indifferenza di tutti!
Parliamoci chiaro: giravano appelli di morte su Misha e su Zampette.it, ma con la stessa fotografia lo si dava da adottare fino a qualche giorno fa! Carta canta. Anche loro non erano aggiornati? Eppure lo sono sempre quando caricano sui siti i nuovi arrivi! Ti ricordi di aggiungere le news ma dimentichi di togliere gl! i adottati e di rimuovere i deceduti...- il mio Ares è stato tolto da Ilcercapadrone dopo mesi di regolare e certificata adozione e quando mio marito si è permesso di scrivere alla responsabile che andava tolto è stato anche pesantemente insultato!-.
Strano...sconvolgentemente strano e fastidioso.
Un fastidio però che non si limita ad una piccola incazzatura. Quella fase l\`ho superata. Adesso sono davvero imbestialita per la colossale presa in giro. Una presa in giro che non è solo d\`interesse personale ma che si rivolge a tutti!
ESIGO IL CERTIFICATO DI MORTE, ESIGO SAPERE LA VERITA\`!
Quindi, adesso arriverà alla Dott.ssa Biggioggero un ulteriore sollecito dove le si chiederà nuovamente cosa è realmente successo, dove le si chiederà il diritto ad avere copia del certificato di morte del cane e dove ci spiegherà perchè il canile dove è morto nega la sua permanenza nella struttura. E visto che facciamo trenta faremo anche trentuno e ci dirà come mai un cane! presumibilmente morto da un anno è ancora regolarmente nelle Anagrafi canine Regionali e Nazionali.
Come già scrissi ieri nel precedente articolo, non sono scema e mi fa molto, molto incazzare chi si convince del contrario e mi ci tratta di conseguenza. Mai avuto paraocchi, mai stata zitta davanti alle ingiustizie -anche umane!-, e non inizierò certo a trentotto anni!
A buon intenditore, poche parole.

Tiziana Paghini

Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl