Toscana - Una legge regionale sui diritti degli animali

Dal divieto di accattonaggio con gli animali a quello del taglio di code o orecchie a fini estetici, dalle regole ferree per i circhi e per i canili per quanto riguarda lo spazio a disposizione nelle gabbie al patentino per il padrone che vuole un cane potenzialmente \"morsicatore\".

16/ott/2009 18.25.21 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Nuove regole regionali per tutelare i nostri animali.
Dal divieto di accattonaggio con gli animali a quello del taglio di code o orecchie a fini estetici, dalle regole ferree per i circhi e per i canili per quanto riguarda lo spazio a disposizione nelle gabbie al patentino per il padrone che vuole un cane potenzialmente \`morsicatore\`. Sono alcune delle disposizioni contenute nella legge dedicata ai diritti degli animali approvata oggi dal Consiglio regionale della Toscana con il voto favorevole della maggioranza di centrosinistra e dell\`Udc mentre il Pdl non ha partecipato al voto. Tra le altre disposizioni il divieto di offrire animali in vincita e l\`accesso \`libero\` (purche\` al guinzaglio) per gli amici a quattro zampe in parchi, giardini e spiagge o in esercizi pubblici e commerciali, laddove non siano esposti espliciti cartelli di divieto. Il provvedimento prevede inoltre che gli animali in vendita non potranno stare in vetrina per piu\` di cinque ore.

!



Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl