CONTRO LA PIAGA DELLABBANDONO LE GUARDIE ECO ZOOFILE

17/ott/2009 20.46.00 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Guardie volontarie con potere di pubblico ufficiale, il cui compito sarà arginare e controllare fenomeni di abbandono e randagismo. Il corso Oipa, in tredici lezioni, si terrà a Corigliano d\`Otranto
caricamento in corso

CORIGLIANO D\`OTRANTO - Guardie volontarie con potere di pubblico ufficiale, il cui compito sarà di arginare e controllare fenomeni come abbandono e randagismo. Toccherà poi a loro formare un nucleo operativo specializzato nella salvaguardia degli animali domestici, attraverso un mirato intervento di prevenzione sulle cause che portano al fallimento del rapporto tra il “proprietario” e il suo cane, per esempio, comportamenti che arrivano, il più delle volte, al distacco volontario.

Partirà il prossimo 8 novembre il primo corso speciale per Guardie eco zoofile, curato dall\`organizzazione internazionale Protezione animali, sezione diLecce, che si terrà presso il Castello di Corigliano d\`Otranto.

L’iniziativa rientra nell\`ambit! o di un ampio progetto della sezione Oipa di Lecce, mirato allo sviluppo e alla diffusione di una metodologia di sana interazione uomo-animale, che discende da una corretta educazione cinofila.

Molto prende spunto dal dialogo tratto dal libro di Antoine de Saint Exupery, “Il Piccolo Principe” che, secondo gli organizzatori - rappresenta un valido strumento didattico-educativo sulla responsabilità che deriva dall\`addomesticare un animale.

\"Scegliere di regalare un cucciolo al proprio bambino comporta la responsabilità di fargli capire che non si tratta assolutamente di un giocattolo - spiega il presidente provinciale di Oipa Lecce, Raffaele Bello - ma di un essere vivente, con il quale bisogna sforzarsi di interagire nel modo più corretto possibile, e che lo stesso cagnolino, con opportuni insegnamenti, può insegnarci molto su noi stessi e può aiutarci a migliorare. Se si assimila questo modo di agire fin dalla tenera età, sicuramente con il trascorrere d! el tempo, si può lenire il problema dell\`abbandono, gettando le basi anche per la soluzione degli altri fenomeni ad esso collegati, come quello del randagismo\".

Ed è proprio per cercare di arginare e controllare fenomeni come abbandono e randagismo nasce l’idea di un corso che mira alla formazione di vere e proprie guardie volontarie, con potere di pubblico ufficiale, che andranno a formare un nucleo operativo specializzato nella salvaguardia degli animali d\`affezione.

All\`incontro inaugurale di presentazione del corso, previsto domenica 8 novembre, con inizio alle 9, parteciperà Massimo Pradella, presidente Internazionale Oipa, nonché rappresentante delegato presso l\`Onu, il quale terrà una lezione sul ruolo delle Guardie eco zoofile. Durante le successive lezioni, inoltre, interverranno numerosi specialisti, impegnati direttamente nella cura e nella tutela degli animali, per trattare nozioni base di veterinaria, educazione cinofila, interventi di primo soccorso e diritto degli animali.

Il corso, organizzato in! 13 lezioni, programmate tutte di domenica, dalle 9 alle 13, si concluderà con un esame finale, il cui superamento darà diritto all\`ammissione alla cerimonia di giuramento ufficiale.

Per ricevere ulteriori informazioni riguardanti il corso e per procedere all\`iscrizione, consultare il sito http://www.oipapuglia.it/





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl