Gatti di L'Aquila morti dopo una staffetta?

12/nov/2009 15.35.02 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
From: info@stregagatta.it
To: chiaraghiano@hotmail.com
Subject: Una staffetta piange: riflettete
Date: Tue, 10 Nov 2009 17:30:33 +0100

RAGAZZI PER L\`AMOR DEL CIELO NON FATE PARTIRE ANIMALI MALATI...
Totale: 6 morti (quattro dell\`Abruzzo e due della staffetta!!!).

From: admin
To: lida-treviso@live.it ; admin
Sent: Tuesday, November 10, 2009 2:26 AM

Subject: [LIDA Treviso- LIDA Avellino] : \"Una staffetta piange: riflettete\"


Ricevo da Vania e in0ltro: Sono morti in 6!
Vi scrivo quello che mi è capitato in questi giorni, probabilmente saranno situazioni vissute da altri, per me è stata di una drammaticità unica perchè il dolore che ho dentro non ha parole. Ho fatto recentemente due ritiri, a Bologna, di gattini arrivati dall\`Abruzzo cogliendo l\`appello che era in rete. Di quelli arrivati nel primo viaggio una gattina è morta dalla persona a cui era andata in affido e gli altri si sono tutti ammalati e ! sono stati curati dagli adottanti. Nel secondo viaggio ne sono arrivati altri sette. Pensando allo stress del viaggio, a quello che avevano sopportato in Abruzzo, la voglia di metterli al sicuro ed in pace mi ha portato a tenerli in casa mentre la volta precedente sono andati direttamente a Venezia. Nei giorni successivi cinque sono andati in adozione e due sono rimasti a casa mia. Tutto questo si è svolto nell\`arco di una settimana, ero entusiasta delle ottime adozioni, gattini andati! a Murano, l\`isola dei vetri. Due sono morti, sempre per la gastroenterite fulminante, avevano vermi in tutto il corpo, li vomitavano, così mi hanno detto le famiglie con la disperazione nel cuore, due li avevo in casa io ed hanno fatto la stessa fine, a nulla sono valse le cure dei veterinari, le flebo, gli antibiotici, i panni per tenerli al caldo, l\`attenzione per tenerli isolati dai miei. Io ne avevo cinque: Mimi, Carmelo (tenuto dall\`Abruzzo nel viaggio precedente) Blek, Kasper e Miu! ki.

Mimi è morta nel giro di 12 ore, una gattina di sei mesi tricolore meravigliosa, Carmelo due mesi, rosso di una dolcezza infinita se ne è andato con lei in modo atroce nonostante la mia veterinaria sia venuta qui sabato e domenica. Ne ho persi quattro in tre giorni: 2 dell\`Abruzzo e due miei. Gli altri tre li ho messi a casa di amici perchè la mia casa la sto disinfettanto e pulendo con candeggina e varie.... un gattino rosso che è ritornato perchè ammalato, sto cercando di salvarlo a casa di una mia amica curandolo con le cure naturali perchè quelle allopatiche non hanno nessun risultato. Due soli, dell\`Abruzzo, sono ancora in vita nelle case di adozione. Totale: 6 morti (quattro dell\`Abruzzo e due miei). Credevo di andare via di testa in questi giorni, non sono riuscita ad accendere neanche il pc se non per qualche urgenza. Mi chiedo se è possibile che si possano mandare dei gattini in giro per l\`Italia senza fare u! n controllo sullo stato di salute. Posso comprendere l\`emergenza, posso comprendere quello che esiste in una! realtà come quella, ma dobbiamo salvare la vita agli animali e non mandarli a morire in altri posti, mandarli con ceppi di batteri che non si conoscono e non si riesce a combattere, con vermi che qui non abbiamo tipo i coccidi e gli ascaridi e che li mangiano vivi. Ma vi rendete conto di quello che hanno sofferto famiglie, noi volontari che facciamo ore e ore di viaggio per andarli a prendere e poi ci troviamo a vederli morire assieme ai nostri? Io sto dando i numeri per questa cosa, non riesco a capire perchè, avete una risposta da darmi per vedere se riesco ad assimilare il dolore in modo diverso?

Un abbraccio. Vania

Link to the post: http://adottaunanimale.altervista.org/blog/?p=12381
Link to LIDA Treviso- LIDA Avellino: http://adottaunanimale.altervista.org/blog/

Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl