UNESCO invitata a costatare con i propri occhi la distruzione della foresta degli Ayoreo

07/dic/2009 10.27.05 Survival Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA DI SURVIVAL INTERNATIONAL

7 dicembre 2009


UNESCO invitata a costatare con i propri occhi la distruzione della foresta degli Ayoreo


Bulldozer entrano illegalmente nel territorio degli Ayoreo
incontattati per deforestarlo. © GAT/Survival

I parenti di una delle ultime tribù isolate rimaste al mondo hanno invitato i funzionari dell’UNESCO ad andare a vedere “con i propri occhi” la distruzione illegale e rapidissima del loro territorio tradizionale.

Gli Ayoreo-Totobiegosode sono gli ultimi Indiani incontattati sopravvissuti in Sud America al di fuori del bacino amazzonico. La loro terra si trova all’interno di una Riserva di Biosfera dell’UNESCO ma nonostante questo, gli allevatori di bestiame brasiliani ne hanno già distrutti migliaia di ettari.

La sollecitiamo a inviare una lettera all’UNESCO, a Parigi, in modo che i suoi rappresentanti vengano a vedere con i propri occhi cosa sta succedendo alle nostre foreste” si legge in una dichiarazione al Ministro degli Esteri del Paraguay dall’organizzazione dei Totobiegosode, la OPIT.

“Pensavamo che la creazione della biosfera avrebbe portato al rispetto della foresta in cui vivono i nostri parenti incontattati. Non è stato così. [La deforestazione] sta uccidendo la foresta e gli animali che ci servono per sopravvivere”.

A radere al suolo l’area sono le ruspe di una società di allevatori nota come Yaguarete Pora S.A. La riserva era stata creata nel 2005 per proteggere i Totobiegosode e garantire “il recupero, il riconoscimento legale e la restituzione della terra a questo popolo nativo”.

La distruzione della terra degli Indiani è stata drammaticamente svelata da alcune foto satellitari.

“L’UNESCO sta venendo meno ai suoi impegni verso una delle ultime tribù isolate rimaste al mondo” ha dichiarato Stephen Corry, direttore generale di Survival International. “La sollecitiamo a fare tutto quanto è in suo potere per fermare la deforestazione della terra dei Totobiegosode prima che una significativa parte della riserva di biosfera scompaia per sempre”.

Jonathan Mazower, esperto di Survival per il Paraguay, ha incontrato alcuni dei parenti dei Totobiegosode isolati ed è disponibile per interviste.



Per leggere la storia online: http://www.survival.it/notizie/5340

Dal 1969 Survival International aiuta i popoli indigeni di tutto il mondo a proteggere le loro vite, le loro terre e i loro fondamentali diritti umani. www.survival.it

Per ulteriori informazioni e immagini, o per utilizzare la foto allegata:
Francesca Casella:
Survival Italia, Via Morigi 8, 20123 Milano
T (+39) 02 8900671
E
ufficiostampa@survival.it

Oppure Miriam Ross (in inglese): 
T (+44) (0) 207 6878734
E
mr@survivalinternational.org


Privacy: il suo indirizzo e-mail è utilizzato esclusivamente per l’invio dei comunicati stampa di Survival e è gestito elettronicamente. I suoi dati non verranno in nessun caso ceduti a terzi.

Se desidera ricevere solo alcuni dei nostri comunicati stampa,
aggiorni il suo profilo autonomamente e selezioni i campi di interesse.

Per cancellare l'indirizzo <<Email Address>> dalla lista, clicchi qui.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl