CARCERE: TRA RETRIBUZIONE E RIABILITAZIONE NON C’È CONTRADDIZIONE

Soc. Integrata Assalto al Cielo L'Associazione Liberarsi organizzano in collaborazione con: l'Assessorato alle Politiche Sociali del Municipio Roma 7, Delegato alle Politiche sul Carcere Municipio Roma 5, Dipartimento Affari Sociali e Diritti Umani dell'U.CO.I.I., l'Associazione Pantagruel, la Coop.

15/mar/2010 09.14.49 Andrej Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Non giudicare il tuo vicino finché non avrai camminato

per due lune nelle sue scarpe.                -  Antico proverbio indio -

Il Garante dei diritti dei detenuti del Lazio

 

La Coop. Soc. Integrata Assalto al Cielo

 

L’Associazione Liberarsi

 

organizzano in collaborazione con: l’Assessorato alle Politiche Sociali del Municipio Roma 7, Delegato

alle Politiche sul Carcere Municipio Roma 5, Dipartimento Affari Sociali e Diritti Umani dell’U.CO.I.I., l’Associazione Pantagruel, la Coop. Editoriale Sensibili alle Foglie, COL Carceri ,

 Infocarcere-Herald Editore,  Comitato Locale  EDA 3,  Sportello Popolare Quarticciolo - Migranti,

 

CARCERE:

Tra Retribuzione e Riabilitazione non c’è Contraddizione

 

Mercoledì 17 marzo 2010   ore 09.30 – 13.30

Sala conferenze della Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi  (CMB)

Viale F. Angeli 5 (angolo P. Togliatti ) zona Quarticciolo – Centocelle                                               Tram o metro A e B e bus 451  -   Roma

ore 09.30 iscrizione dei partecipanti e degli interventi e  ore 10.00 apertura convegno:

 

Maurizio Falessi

(Presidente Coop. Soc. Assalto al Cielo)

Avv. Angiolo Marroni

(Garante dei Diritti dei Detenuti Regione  Lazio)

Giuliano Capecchi

(Presidente Associazione Liberarsi)

Roberto Mastrantonio

(Presidente del Municipio Roma 7)

Gennaro Francione

(Magistrato Drammaturgo)

 

@@@@@

 

Francione presenterà il  Movimento per il Neorinascimento della Giustizia. Bisogna  sostituire al medievale diritto penitenziale (basato sulla punizione) il neoumanistico diritto medicinale che considera il crimine una patologia sociale, proponendo  come rimedio cura, sanzioni civili e amministrative,  misure di sicurezza direttamente sul territorio. Nel crimine, in prospettiva neoumanistica, considerando il Deviante non più Avversario ma Fratello, non dovrà più contare quello che si è fatto, ma perché lo si è fatto e quale il rimedio per prevenire  e guarire (G. Francione)

Per la Iusentropia vedi

http://www.antiarte.it/eugius/iusentro.htm

http://www.antiarte.it/eugius/saggio_entropia_penale.htm

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl