RUMENI : APPRENDERE LE CULTURE E LE LINGUE LOCALI E’ LA VIA MAESTRA PER UNA

RUMENI: APPRENDERE LE CULTURE E LE LINGUE LOCALI E' LA VIA MAESTRA PER UNA RUMENI: APPRENDERE LE CULTURE E LE LINGUE LOCALI E_' LA VIA MAESTRA PER UNA VERA INTEGRAZIONE E PER SCONFIGGERE I PREGIUDIZI Quando si parla di integrazione, è inutile fare discorsi culturali sopra la testa, bisogna essere pragmatici e rafforzare gli strumenti che aiutano in questo processo.. Apprendere una lingua locale oltre che alla buona padronanza dell_'italiano è un arricchimento e un modo per conoscere maggiormente il luogo dove si vive e lavora ed un modo per vincere ogni pregiudizio Una recente indagine promossa in una regione italiana ha rilevato come 2 immigrati su 3 conoscano o usino nei loro rapporti con gli abitanti originari del posto la lingua locale.

09/apr/2010 19.10.45 associazione euromediterranea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RUMENI : APPRENDERE LE CULTURE E LE LINGUE LOCALI E�’ LA VIA MAESTRA PER UNA

VERA INTEGRAZIONE E PER SCONFIGGERE I PREGIUDIZI









Quando si parla di integrazione, è inutile fare discorsi culturali sopra la

testa, bisogna essere pragmatici e rafforzare gli strumenti che aiutano in

questo processo. . Apprendere una lingua locale oltre che alla buona

padronanza

dell�’italiano è un arricchimento e un modo per conoscere maggiormente il

luogo

dove si vive e lavora ed un modo per vincere ogni pregiudizio











Una recente indagine promossa in una regione italiana ha rilevato come 2

immigrati su 3 conoscano o usino nei loro rapporti con gli abitanti

originari

del posto la lingua locale. Tale dato ci permette di fare una seria

riflessione

, infatti quando si parla di integrazione, è inutile fare discorsi

culturali

sopra la testa, bisogna essere pragmatici e rafforzare gli strumenti che

aiutano in questo processo . Tra questi oltre alla lingua italiana ,

sicuramente rientra anche la conoscenza delle lingue e delle culture locali

che

sono strumenti di comunicazione e di conoscenza del territorio nel quale si

risiede. Personalmente non reputo sia obbligatorio conoscere le lingue

locali

ma sicuramente la loro conoscenza facilita notevolmente l�’integrazione e

serve

per vincere ogni form a di pregiudizio. Apprendere una lingua è sempre un

arrochimento e un modo per conoscere maggiormente il luogo dove si vive e

lavora. Accanto a questo poi, senza alcun onere per il contribuente italiano

e

per le casse dello stato italiano, sarebbe anche opportuno che il governo

rumeno finanziasse e incentivasse dei corsi di lingua e cultura rumena aperti

,

principalmente ai figli dei rumeni in Italia, ma potenzialmente a tutti sul

modello delle altre nazioni europee. Ovviamente l�’insegnamento delle lingue

locali non dovrebbe essere lasciato al caso e all�’improvvisazione ma

andrebbe

affidato e supervisionato da parte di quelle realtà socio culturali che da

anni

conservano il prezioso deposito delle tradizioni locali in Italia.









Marian Mocanu





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl