Tra Padova e Mestre raccolte siringhe abbandonate oltre a decine e decine di lattine, bottiglie e sacchi di cartacce.

Ed è questo il messaggio dei volontari del gruppo "Amici di L. Ron Hubbard" con l'iniziativa "Città pulita" a favore della comunità che si ripete con successo da oltre 10 anni nel periodo primavera/estate e che vede i volontari impegnati in interventi straordinari di pulizia di aree verdi, parchi e piste ciclabili a Padova e Mestre.

11/mag/2010 18.51.11 Chiesa di Scientology di Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I media parlano tanto di degrado ambientale, ma la cura inizia dai piccoli gesti e dalle aree più vicine a noi. Ed è questo il messaggio dei volontari del gruppo “Amici di L. Ron Hubbard” con l’iniziativa “Città pulita” a favore della comunità che si ripete con successo da oltre 10 anni nel periodo primavera/estate e che vede i volontari impegnati in interventi straordinari di pulizia di aree verdi, parchi e piste ciclabili a Padova e Mestre.

 

 Si è svolto infatti nei giorni scorsi un’intervento di pulizia straordinaria, da parte dei volontari del gruppo "Amici di L. Ron Hubbard" della religione di Scientology, delle aree verdi maggiormente esposte al degrado urbano a Padova. L'iniziativa, che nei giorni scorsi ha visto i volontari impegnati a Mestre in un intervento delle aiuole davanti alla stazione e della pista ciclabile che costeggia i binari, ieri si è svolta anche a Padova, nell’area del Piovego all’altezza del piazzale Boschetti, le aiuole della stazione ferroviaria e della zona di piazza de Gasperi. In tutte le aree il raccolto è stato inviariabilmente lo stesso: lattine, bottiglie vuote, cartacce, e siringhe abbandonate.

 

 “La pulizia e l’igene nelle nostre città, sono ingredienti indispensabili ad elevare lo standard di vita. Ed i volontari si impegnano ormai da oltre 10 anni in interventi che mirano al risanamento delle aree più a rischio della città.” Dice Tiziana Bonazza coordinatrice dell’iniziativa, “Ma purtoppo il degrado in alcune zone è dilagante, nonostante gli interventi delle amministrazioni. Ed è per questo che i volontari,  si impegnano in questo tipo di attività, che hanno lo scopo di ridurre i danni e di creare maggiore vivibilità nelle zone più esposte a tale degrado nella comunità.

 

 “Oltre all’area delle stazioni, le aree fluviali di questa zona sono molto importanti, non solo come patrimonio naturale, ma anche storico. Inoltre il fatto di togliere cartacce o eventuali oggetti da discarica abbandonati lungo gli argini, può ridurre il rischio di intasamenti e straripamenti specie in questi giorni in cui le piogge intense hanno alzato notevolmente il livello delle acque”.

 

"Oltre a questo," continua Tiziana Bonazza, ,"ma non meno importante, c’è un’altro scopo; quello di sensibilizzare i cittadini a contribuire a mantenere un ambiente più pulito e sicuro, specie per il periodo estivo. Periodo in cui l’abbandono di bottiglie vuote, lattine, immondizia, e siringhe abbandonate, contribuiscono al degrado ambientale e al rischio di possibili incidenti  e infezioni.  Il valore che queste aree ricoprono per il gradevole aspetto, e l’ambiente che creano, sono tutti ingredienti molto apprezzati delle migliaia di persone che giungono per turismo in queste città, vivono la città e le aree verdi in occasione della bellissima stagione estiva ".

 

L’iniziativa è un invito agli abitanti per la segnalazione di eventuali zone

da ripulire. Inoltre l’invito è esteso a chiunque voglia partecipare agli

interventi di pulizia, dando così il buon esempio, come dice

anche il filosofo L. Ron Hubbard, a cui i volontari si ispirano, che sostiene:

“Ci sono molte cose che le persone possono fare per aiutare ad avere cura

del pianeta. Si inizia con l’impegno personale, si prosegue suggerendo

agl’altri di fare altrettanto”.

 

Per informazioni o segnalazioni 049.8756317 Tiziana Bonazza. 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl