NOTA stampa - Questa sera alle 21 un arcobaleno sulla città di Firenze

28/mag/2010 17.35.54 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
NOTA STAMPA

Questa sera alle 21 un arcobaleno sulla città di Firenze

Firenze, 28 maggio 2010. Si terrà questa sera alle ore 21 presso il Piazzale Michelangelo, chiesa di San Miniato al Monte, l’azione simbolica dal titolo “Tra terra e cielo: sguardo sulla città e sul mondo” promossa dalla FOCSIV (Federazione di 64 organismi cristiani di servizio internazionale volontario) e dall’Arcidiocesi di Firenze nell'ambito della Campagna "Crea un clima di giustizia" Target 2015: promuovere la sostenibilità ambientale.

“In occasione del vertice di Copenhagen dello scorso dicembre gli Stati non hanno raggiunto un accordo per ridurre le emissioni di CO2 e nemmeno si è arrivati a concordare un impegno finanziario che aiuti i Paesi in via di sviluppo a far fronte ai cambiamenti climatici. C’è stata, di fatto, solo una dichiarazione di intenti priva di misure concrete - dice Sergio Marelli, Segretario generale della FOCSIV -. Per questo motivo durante il Vertice di Bonn di lunedì prossimo i delegati dei diversi Paesi avranno il compito di stabilire queste misure che porteranno all’accordo sul clima che verrà firmato in Messico a dicembre. Questa sera porremo un arcobaleno sulla città di Firenze e chiederemo a chi rappresenterà l’Italia a Bonn di non piegare ad interessi di parte le negoziazioni su una questione, la creazione e la sua salvaguardia, che come ha detto Benedetto XVI nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace (1 gennaio 2010) diventa oggi essenziale per la pacifica convivenza dell’umanità”.

“La partecipazione a questa iniziativa di riflessione e sensibilizzazione promossa dalla Focsiv, ed alla quale partecipano diverse realtà diocesane, si colloca nell’ottica richiamata dal papa nel suo messaggio per la pace 2010 La Chiesa ha una responsabilità per il creato e sente di doverla esercitare, anche in ambito pubblico, per difendere la terra, l’acqua e l’aria, doni di Dio - dice il Vescovo ausiliare di Firenze monsignor Claudio Maniago -. Prendersi cura del creato significa avere a cuore l’uomo e vivere consapevolmente la responsabilità che le generazioni presenti hanno nei confronti di quelle future: una responsabilità che interpella tutti ed alla quale non ci si può sottrarre. Guardare alla città e al mondo, come dice il titolo dell’iniziativa, con i piedi ben radicati a terra, ma con la luce che proviene dal cielo, richiama al forte impegno nella ricerca di un nuovo ed equilibrato rapporto tra persona e ambiente e domanda profonde modifiche negli stili di vita personali e collettivi”, in vista di una cittadinanza attiva e solidale. Per questo all’azione simbolica si succederanno testimonianze di realtà attive sul territorio fiorentino.

Per esempio, racconta Maria Chiara dell’associazione culturale “Coltiviamo la Pace” di Firenze, “nella consapevolezza che il cammino della pace passa attraverso lo sviluppo, grazie all’attenzione e alla solidarietà della Diocesi di Firenze, a Taybeh-Efraim è in attuazione un piano economico-sociale che ha come priorità la valorizzazione della intraprendenza, qualità umana individuata dall’economista austriaco J. A. Schumpeter come determinante dello sviluppo”.

“Lo stile di vita ecologico oltre che una necessità per l’ambiente porta alla riscoperta della centralità delle relazioni e del mutuo aiuto come inesauribile e formidabile centrale di energia rinnovabile per se stessi e per la famiglia - dice Francesco Fabrini dell’associazione Comunità e Famiglia Onlus Toscana (ACF) -. Una energia che innesca un circolo virtuoso di bene e impedisce che il potenziale presente nelle famiglie, sempre più spesso isolate, stressate e smarrite,  resti inespresso e frustrato”.

Durante  l’Azione simbolica ognuno dei partecipanti riceverà dei semi e della terra che pianterà in un’area abbandonata del proprio quartiere, segno della necessità di condividere e di sporcarsi le mani in prima persona, mentre l’arcobaleno sulla città di Firenze verrà portato a casa simbolicamente da tutti i partecipanti attraverso una coloratissima girandola con il fiore della Campagna “Crea un clima di giustizia”.

In occasione dell'azione simbolica continuerà la raccolta delle firme che FOCSIV insieme alla Campagna del Millennio sta promuovendo in Italia e che è in corso in tutta Europa per chiedere ai leader europei di mantenere le promesse contro la povertà e per il raggiungimento degli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio.  In particolare dalla Chiesa di san Miniato al Monte risuonerà sulla città di Firenze il battito del cuore, simbolo delle giornate di mobilitazione contro la povertà in programma a settembre 2010, alla vigilia del Summit che si terrà a New York (20-22 settembre) sugli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite. Un impegno condiviso dalla FOCSIV con Uffici Problemi sociali e il lavoro e Cooperazione tra le Chiese della Conferenza Episcopale Italiana.  Per conoscere tutte le attività della campagna consultare la Guida “Only Planet” che si può ordinare attraverso il sito www.climadigiustizia.it, e iscriversi alla news letter.

 

 

Scarica il programma dell’iniziativa:

http://www.climadigiustizia.it/pdf/Invito%20e%20Programma%20Azione%20Simbolica%20PDFCREA%20UN%20CLIMA%20DI%20GIUSTIZIA%20-%20Firenze%2028%20maggio.jpg

 

 

Ufficio Stampa FOCSIV

Tel. 066877796, 066877867- Fax 06 6872373;

Cell. 338.3032216

E-mail: ufficiostampa@focsiv.it

 

Ufficio Stampa DIOCESI FIRENZE

Cell. 3356695066

E-mail : e.viviano@diocesifirenze.it


 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl