DICO NO ALLA DROGA, DICO SI ALLA VITA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE AI GIOVANI ARRIVA IN UNA DELLE ZONE PIU’ CALDE DI PADOVA

09/giu/2010 17.13.52 Chiesa di Scientology di Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DICO NO ALLA DROGA DICO SI ALLA VITA! Questo il messaggio dei volontari "Amici di L. Ron Hubbard" di Scientology attivi in questi giorni al Quartiere 2 di Padova, in collaborazione alla Fondazione per un mondo libero dalla droga. 

E’ argomento di discussione attuale, il problema dell’aumento della droga, microcriminalità e prostituzione del quartiere Arcella di Padova, affrontato sui media locali con il coinvolgimento di cittadini, amministratori, polizia e volontari della zona. 

      Per questo motivo anche i volontari del gruppo "Amici di L. Ron Hubbard" da oltre 20 anni attivi in città, si sono dedicati a questa zona di Padova con la campagna DICO NO ALLA DROGA, DICO SI ALLA VITA. L’attività consiste in una massiccia distribuzione di opuscoli informativi nell’area. La prima azione è stata quella di metterli a disposizione gratuitamente nei negozi  a tutti i giovani e le famiglie che vivono e frequentano il quartiere. Lo scopo è di far conoscere effettivamente i danni che droga e alcol possono causare sia a livello fisico che mentale, offrendo quindi le informazioni utili a chiunque, di scegliere di vivere una vita libera dalla droga.  

      “Tra i residenti si sente parlare delle problematiche che questo tipo di traffico porta al quartiere” ci dice Ettore Botter, coordinatore dell’iniziativa. “ll dilagare del problema sta creando un malessere generale tra i cittadini che si ritrovano quotidianamente testimoni di scene di spaccio, micro criminallità ecc…

Per affrontare il problema efficacemente, gli amministratori si stanno attivando più che mai, come anche i singoli cittadini o gruppi di volontariato. Per questo motivo, anche anche noi volontari di Scientology, abbiamo deciso di intervenire con un’adeguata informazione rivolta ai più giovani, possibili ‘prede’ per gli spacciatori, che senza scrupoli, hanno deciso di dedicare la propria vita ‘nell’attività’ di distrugere il futuro dei giovani adolescenti rendendoli dipendenti di quelle sostanze che portano soltanto alla morte e distrtuzione.  

“Lo scopo, oltre a creare maggiore informazione e sensibilizzazione, a lungo termine, è quello di far capire ai ragazzi che drogarsi o bere, anche ‘solo’ in occasioni di festa, o durante le vacanze, può trasformarsi in disgrazia per se stessi, per gli amici e per chiunque possa trovarsi nelle vicinanze di una persona che ‘viva’ sotto effetto di stupefacenti e alcol.” 

I negozianti contattati hanno aderito all’iniziativa, essendo a contatto tutti i giorni con la realtà della zona e vedendo i giovani cadere facilmente nel tunnel della droga e dell’alcol proprio davanti ai loro occhi.

Alcuni di loro hanno anche voluto dare un breve messaggio con la speranza che qualcosa di più  possa essere fatto per il quartiere e per sensibilizzare i giovani a non cadere nellla trappola.  

L’iniziativa dei volontari nel quartiere prevede una serie di appuntamenti nelle diverse zone, da S. Carlo a S. Bellino fino a Pontevigodarzere. E’ anche possible ottenere copie gratuite degli opuscoli al sito della Fondazione per un mondo libero dalla droga www.drugfreeworld.org che fornisce gli opuscoli gratuitamente ad associazioni, scuole, insegnanti, autorità, governi, e a chiunque ne faccia  richiesta. Per informazioni  Ettore Botter 348.3332499.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl