cs - Marelli: "se si continua così l'appuntamento di settembre rischia di essere un'occasione persa"

Allegati

16/giu/2010 16.04.36 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

 

Marelli: “se si continua così l’appuntamento

di settembre rischia di essere un’occasione persa”

 

New York, 16 giugno 2010. “Non ce n'è per nessuno. Gli Stati rischiano di arrivare a settembre con un nulla di fatto e tanta retorica”. Sergio Marelli, Segretario generale della FOCSIV, da New York dove si trova in occasione delle Consultazioni dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite con società civile e settore privato sugli Obiettivi di sviluppo del Millennio, commenta così, questo atteso quanto disatteso appuntamento internazionale.

“Lo scenario è davvero preoccupante - dice Marelli -. Stiamo assistendo a continui nulla di fatto: dal 31 maggio, per due settimane si è tenuta a Bonn la Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite. L’11 giugno a Lussemburgo i Ministri dell’Ambiente europei si sono riuniti per discutere la questione dell’aumento dei tagli alle emissioni di gas serra e altre questioni riguardanti le misure di adattamento climatico. Nessuno dei due vertici ha portato a casa vittorie importanti. E questo in un momento in cui, invece, diventa sempre più urgente agire concretamente e rapidamente”. Eppure le proposte non mancano. In particolare Marelli ricorda l’introduzione di una Tassa sulle transazioni finanziarie, che oltre a stabilizzare la finanza internazionale recupererebbe risorse nuove per finanziare gli Obiettivi di sviluppo del Millennio e i costi per la lotta al cambiamento climatico.

Almeno al prossimo vertice di Cancun (29 novembre - 11 dicembre 2010) ci si aspetta che possa essere adottato un pacchetto completo di misure operative che permettano a tutti i Paesi di intraprendere azioni rapide e forti in materia di cambiamenti climatici. “Se non si prendono misure concrete, infatti, settembre sarà un’occasione persa per uscire dalla crisi con un nuovo modello di sviluppo che garantisca stabilità, pace e giustizia per tutte le persone, possibili solo se si finanzieranno nei paesi poveri le strategie di adattamento al cambiamento climatico” conclude Marelli.

 

 

Per approfondimenti:

 

In allegato il documento della FOCSIV presentato a Bonn “Clima e povertà, un business inusuale”

 

FIRMA la petizione della Campagna promossa anche da FOCSIV per l’introduzione di una tassa sulle Transazioni finanziarie:   http://www.zerozerocinque.it

 

 

 

Ufficio Stampa FOCSIV

Tel. 066877796, 066877867- Fax 06 6872373;

Cell. 338.3032216

E-mail: ufficiostampa@focsiv.it

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl