"Dico no alla droga" arriva nella Scuola Media “Enrico Berlinguer” di Napoli

26/lug/2010 18.03.04 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il tema “droga” purtroppo continua ad essere al centro dell’attenzione di molti fatti di cronaca italiana, per questo i volontari “Amici di L. Ron Hubbard” del dipartimento della Chiesa di Scientology, continuano la campagna d' informazione contro le sostanze psicotrope d'uso più comune sul mercato internazionale; infatti entro giovedì 29 luglio 2010 saranno nella Scuola Media “Berlinguer E.” di Napoli.

Saranno utilizzati la serie dei 13 opuscoli parte del “Kit educativo” che spiegano cosa sono le droghe e gli effetti dannosi degli stupefacenti; potranno essere visionati i 16 annunci di pubblica utilità dal titolo “Dicevano …Mentivano” e sarà possiblie entrare in possesso del documentario educativo in cui testimoni "veri" sopravvissuti all’inferno della tossicodipendenza, narrano la loro esperienza.Il materiale di cui sopra è parte del progetto educativo che molte scuole italiane  utilizzano con grande soddisfazione per i risultati conseguiti nel far capire ai giovani studenti quanto sia importante conoscere le droghe per essere consapevolmente in grado di rifiutarle. Infatti lo scopo di questi progetti educativi è quello di fornire al giovane tutti i dati corretti per far si che abbia un punto di vista ampio e completo che gli consentano, nel rispetto del libero arbitrio, di sapere esattamente in che direzione muoversi.

Le numerose testimonianze raccolte nel documentario, fanno rabbrividire per la loro sincera durezza e amara constatazione di come finiscono tuttte nella stessa direzione , le strade di chi "inconsapevolmente" fa uso di sostanze psicotrope (che sia lo spinello, passando per l'alcool e finando agli psicofarmaci); la testimonianza di Waine è tra le più impressionanti: “...Un mio amico si è drogato per quattro anni e per tre di questi ha preso droghe pesanti come la cocaina, l’LSD, la morfina e molti antidepressivi e antidolorifici. In realtà prendeva qualsiasi cosa riusciva a trovare. Si lamentava sempre di dolori terribili e ha continuato a sentirsi sempre peggio. Quando infine si è rivolto ai medici, questi gli hanno detto che non si poteva fare più niente per aiutarlo e che a causa del deterioramento del suo organismo non sarebbe vissuto a lungo. Qualche giorno dopo era morto...”

Negli Stati Uniti d'America, dove le percentuali di minori che fanno uso di droghe, sono elevatissime, il Presidente Obama nei giorni passati ha disposto una “nuova linea politica” sui criteri con cui affrontare il problema della droga puntando all’educazione; i Vplontari di Scientology sono certi che l'arma più efficace per combattere le droghe sia la prevenzione e questa può essere fatta in un'unica maniera: dando informazioni corrette sull'argomento.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl