RISPETTO PER IL RIFUGIO PARRELLI

25/ago/2010 20.55.02 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
RISPETTO PER IL RIFUGIO PARRELLI

( tratto da www.laveracronaca.com )


Pubblichiamo la testimonianza di un lettore, un volontario del Rifugio
Parrelli, che ci porta nuovamente a trattare un tema affrontato dalle pagine
del nostro giornale La Vera Cronaca. In passato avevamo infatti presentato la
questione del Rifugio evidenziando come vi fosse un movimento teso a
screditarne appositamente l'operato; avevamo inoltre realizzato un reportage
accurato dall'interno della struttura grazie al quale era stato possibile
documentare la reale condizione degli animali ivi ospitati ( Reportage dal
Rifugio Parrelli ).
Pubblichiamo di seguito i contenuti della lettera che ci è giunta in
redazione.


Nei giorni scorsi è stato inserito in Internet, tra l'altro, un ulteriore post
diffamatorio nei confronti del Rifugio Parrelli, da parte di alcuni pseudo-
animalisti i cui obiettivi risultano, purtroppo, ancora una volta poco chiari.
Il contenuto del post era il seguente:
"Carissimi, sabato 2 Ottobre, dalle 10.30 alle 16.30 si svolgerà a Roma, in
Via Prenestina 1085, un presidio contro il Canile Rifugio LAGER PARRELLI. Sarà
un presidio dove ci saranno le testimonianze delle persone che hanno perso il
loro amico dentro a quel maledetto posto, che nonostante le tante denunce e una
diffida a non prendere più ne cani ne gatti, continua con l'aiuto delle forze
dell'ordine, ad accettare ogni richiesta d'abbandono. I comitati promotori
dell'iniziativa vi chiedono di dare la vostra adesione e di invitare i vostri
iscritti a partecipare ad una giornata di solidarietà verso i nostri amici
rinchiusi là dentro. Certi di una vostra risposta, inviamo cordiali saluti.

Alessandro Verga (comitato chiudere Parrelli)
Maria Cristina Norelli ( Comitato giustizia per AURA)
Elena Dobici (comitato contro la precarietà città storica)".

E' evidente, per chi conosce bene come stanno realmente le cose al Rifugio
Parrelli, l'inconsistenza e la falsità manifesta dei contenuti del post, che
utilizza parziali verità per mettere in cattiva luce l'encomiabile servizio che
la struttura per animali, soprattutto abbandonati, svolge da quasi 50 anni, con
cura e passione riconosciute dai più, nei confronti della cittadinanza di Roma.
E' vero che, infatti, soprattutto nei mesi estivi, il Rifugio Parrelli, mentre
molti "cosidetti animalisti" stanno in vacanza, rimane l'unico presidio
sensibile alle implorazioni di aiuto che pervengono da più parti, per
richiederne l'intervento su casi urgenti di cani e gatti da sottrarre ad un
possibile crudele destino.
E' vero anche che talvolta sono le stesse forze dell'ordine, dopo aver
esplorato tutte le possibilità di ricovero nelle varie strutture romane, ad
accompagnare degli amici a 4 zampe disperati al Rifugio Parrelli che cerca di
fare del tutto, come ha sempre fatto, per accoglierli, attivandosi
immediatamente presso chi ha capacità d'adozione (ricordiamo che nel tempo sono
stati migliaia gli animali affidati in adozione da questa struttura).
E' vero anche che talvolta, pur di salvare la vita a degli animali sventurati,
si è rischiato di sfiorare il limite del numero consentito dalle autorizzazioni
comunali. E' da sottolineare però, come molti sanno, che tale rischio non è
altro che il riflesso dell'Amore che i titolari del Rifugio Parrelli hanno da
sempre espresso nei confronti delle deboli creature, cani e gatti, verso cui si
sono trovati costretti ad agire a salvaguardia della loro incolumità. L'Amore,
come si sa, è quella pura gioia che appaga il cuore di chi si mette al servizio
dei più deboli spassionatamente, senza alcuna aspettativa nè condizioni.
Come fa ogni giorno, malgrado la non più giovane età, la signora Giuseppina
Parrelli.





Un volontario del Rifugio Parrelli


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl